Blitz quotidiano
powered by aruba

5 consigli per viaggiare con il cane in tutte le stagioni

Piccolo vademecum per viaggiare con il cane in tranquillità. Valido per tutte le stagioni!

Di Sara Novellino di travelingchihuahuas.com

Un cane ha delle esigenze per ogni stagione, come noi del resto! Ma ci sono delle regole che valgono per tutte le stagioni quando si viaggia con il proprio fido:

  • Passaporto*: E’ necessario portare il passaporto canino ovunque si vada, anche se ci si muove per una gita fuori porta o in una città d’arte italiana. Sul passaporto ci sono tutte le informazioni relative al cane, compresa vaccinazione antirabbica e il numero di microchip (entrambi obbligatori per viaggiare). Se il cane dovesse sentirsi male in viaggio è opportuno andare da un veterinario di zona con in mano il passaporto, in maniera che il vet possa avere un quadro della situazione del cane. Se possibile, porta anche con te il libretto delle vaccinazioni, che andrebbero aggiornate annualmente.
  • Pulizia: tagliare le unghie, lavare con shampoo specifico e asciugare bene il cane almeno una volta al mese, ovunque ci troviamo nel mondo, non solo è una buona abitudine, ma è anche obbligatorio per evitare parassiti, infezioni e cattivi odori in viaggio. Un cane pulito è sicuramente più facile da far accettare in pubblico! Esistono kit di pulizia che sono comodi anche per il viaggio. E’ importante utilizzare quotidianamente salviettine specifiche per i cani che trovate anche nei supermercati, soprattutto dopo una passeggiata fuori nei parchi, in città o in qualunque zona fuori casa (o albergo). Attenzione a non usare i prodotti che utilizziamo per noi: non sono adatti anche per la pulizia dei nostri cani.
  • Guinzaglio e collare: indispensabili dovunque. Nella maggior parte dei Paesi nel mondo c’è l’obbligo di tenere al guinzaglio il cane in luoghi pubblici e locali privati. Scegliete quelli giusti per la tipologia di cane (es: taglia piccola, media o grande. Tener conto anche delle caratteristiche della razza). Dal mio punto di vista un assoluto NO al guinzaglio allungabile: i cani si distraggono e si allontanano facilmente, a mio avviso il guinzaglio non dovrebbe superare il metro e mezzo. Io preferisco la pettorina al collare, ma questo perché ho due topi-ragno minuscoli (anche detti chihuahua) e li posso alzare facilmente per prenderli in braccio.
  • Medaglietta: il veterinario può riconoscere l’animale dal microchip, attraverso un apposito dispositivo che lo rileva. Ma se il tuo cane si perde e viene trovato da una persona a a caso il modo migliore per farti rintracciare è applicare una medaglietta sul collarino o pettorina del cane. Sulla medaglietta puoi scrivere o far incidere il nome del cane e il tuo numero di telefono (con il prefisso internazionale del tuo Paese).
  • Cuccia: che sia un cuscino, un sacco nanna, un materassino gonfiabile, è importante avere con sè qualcosa su cui il cane possa stendersi e riposarsi. Possibilmente sempre la stessa cuccia, in modo da mantenere odori familiari che lo mettano a suo agio ovunque si trovi. Non far dormire il cane con te su letti o divani mentre sei in viaggio! Non dovresti farlo neanche a casa per una serie di ragioni di comportamento del cane, ma a maggior ragione in viaggio quando ci si trova su letti di altri o di alberghi non è proprio carino lasciare peli e odori come souvenir!

*Se necessiti di ulteriori informazioni “burocratiche” per viaggiare all’estero con il cane o altri animali da compagnia, consulta il sito ufficiale del ministero della salute: http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_5.jsp?area=cani&menu=viaggiare

Immagine 1 di 2
  • Viaggiare con il cane
Immagine 1 di 2

PER SAPERNE DI PIU'