agenzie

Firenze, immigrato sottrae pistola. Il vigile gli abbassa il braccio e partono 4 colpi

Firenze, immigrato sottrae pistola. Il vigile gli abbassa il braccio e partono 4 colpi

Firenze, immigrato sottrae pistola. Il vigile gli abbassa il braccio e partono 4 colpi

FIRENZE – Un extracomunitario riesce a impossessarsi della pistola d’ordinanza all’atto di un controllo da parte di una pattuglia di vigili urbani e a sparare alcuni colpi, per fortuna andati a vuoto. E’ quanto accaduto la mattina di oggi, lunedì 31 luglio, a Firenze.

L’uomo, non è ancora chiaro se si tratti di un ivoriano o di un sudanese, è stato bloccato e disarmato prima di essere arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Secondo quanto appreso l’immigrato avrebbe reagito all’atto del controllo dei vigili urbani riuscendo a sfilare l’arma dell’agente dalla fondina e a puntargliela contro. Dall’arma sono comunque partiti alcuni colpi, che l’agente sarebbe riuscito a deviare. Della vicenda se ne stanno occupando i carabinieri.

L’immigrato, che non aveva documenti con sé, ora si trova in carcere con l’accusa di tentato omicidio. In un video, fatto con uno smartphone da un cittadino che ha assistito all’episodio e acquisito dagli inquirenti, si vedrebbe la fase con cui l’immigrato disarma il vigile e gli punta la pistola alla tempia.

L’agente sarebbe riuscito a schivare i colpi, poi deviati a terra, spostando il braccio dell’uomo. Il controllo dell’immigrato da parte della polizia municipale di Firenze sarebbe scattato perché questi, a bordo di una bicicletta risultata poi rubata, procedeva a zig zag in una strada molto trafficata e piena di negozi del quartiere del Campo di Marte, vicino allo stadio.

Il vigile lì per lì non si era accorto della sottrazione. A richiamare la sua attenzione sono stati alcuni cittadini intorno che hanno gridato. I colpi sparati sono stati quattro tutti finiti sull’asfalto. I due agenti, che sono rimasti lievemente feriti nel corso della colluttazione, si sono recati in ospedale per le cure del caso. I due agenti hanno ricevuto la telefonata di Federico Gianassi, l’assessore alla sicurezza urbana e polizia municipale. Della vicenda ha parlato anche Roberto Calderoli della Lega Nord:

“Un’altra strage in strada rischiata per colpa di un immigrato, questa mattina, a Firenze dove un ivoriano ha sottratto la pistola ad un agente e ha sparato, per fortuna senza colpire nessuno. Basta, ma cosa aspetta questo Governo lassista e debole a fare qualcosa di buono e a espellere tutt’a questa gente che è qui a nostre spese, viziata e riverita, eppure non si fa scrupolo a mettere a rischio le nostre vite ogni giorno? Ma perché dobbiamo tenere qui, e mantenere, tutti questi clandestini che sono un pericolo quotidiano per tutti noi? Basta, via tutti.”

To Top