Blitz quotidiano
powered by aruba

Gareth Bale, guardie armate tutto il giorno fuori da hotel. Cugina della moglie…

MADRID – Guardie armate e protezione 24 ore su 24 fuori dall’el spagnolo dove soggiorna il calciatore Gareth Bale, dopo che alla famiglia della compagna, Emma Rhys-Jones, sono state incendiate diverse auto. Oltre alle macchine, che appartenevano ai nonni della ragazza, è stata data alle fiamme anche la casa di una zia, nel nord del Galles.

Si pensa che le minacce siano da parte di un gruppo di narcotrafficanti: la cugina della donna, Epiphani Dring, ex modella, è scomparsa portando presumibilmente con sé una valigia contenente 350.000 euro in contanti, una discreta quantità di droga e degli orologi. Il valore totale della valigia potrebbe aggirarsi al milione e mezzo di euro. Secondo The Sun, tre guardie armate presidiano la stanza di Bale e altri agenti di polizia sorvegliano giorno e notte la residenza da due milioni di sterline in Galles, dove gli ufficiali hanno confermato che sono state date alle fiamme due automobili.

La madre della ragazza scomparsa ha fatto sapere di non avere sue notizie da cinque settimane, e teme che la sua macchina sia stata bruciata in segno di avvertimento. La scorsa settimana nel nord del Galles sono state arrestate due persone, sospettate di aver dato fuoco alle auto e di aver minacciato la famiglia.

La polizia crede che la ragazza sia scappata in Malesia e che il calciatore, insieme alla fidanzata, siano presi di mira perché benestanti, e potrebbero quindi ripagare il debito lasciato dalla cugina della Rhys-Jones. A quanto pare, la famiglia non è nuova ai guai giudiziari: Martin Rhys-Jones, padre di Emma, è in carcere dopo aver ammesso una frode da 2 milioni e mezzo di euro.