agenzie

Pugnala sconosciuto per scherzo. Lui lo trova su Fb: condannato

Pugnala sconosciuto per scherzo. Lui lo trova su Fb: condannato01

LONDRA – Pugnala uno sconosciuto alla schiena per divertimento ma la vittima riesce a rintracciarlo su Facebook e ora è stato condannato. Axon MacPhee, 27 anni, ossessionato dalle lame, aveva colpito Robbie Norman, 21 anni, con un coltello da cucina e si era allontanato convinto che fosse morto.

Norman, una volta guarito dalle ferite, ha iniziato una ricerca sui social media e scovato le foto del suo aggressore che mostrava il corpo muscoloso immerso in una vasca idromassaggio e in un’altra mentre faceva la “V” con le dita in segno di vittoria. MacPhee non era nuovo a episodi di violenza: quando ha pugnalato Norman, era stato rilasciato da una prigione di alta sicurezza dove aveva scontato 10 anni, probabilmente la metà della pena, per aver pugnalato un tassista nel corso di diverbio scatenato da una tariffa di 9 euro che non voleva pagare.

Al Manchester Crown Court MacPhee, di Salford, dopo la condanna a 4 anni per l’aggressione a Norman, è stato bollato come pericolo pubblico. Nel corso del processo ha affermato di essere affetto da ADHD, disturbo da deficit di attenzione e iperattività, si è vantato di aver assunto cocaina a 14 anni ed ecstasy a 15 e aver ricevuto parecchie condanne, tra cui detenzione di coltelli.

To Top