Blitz quotidiano
powered by aruba

Selfie con pistola puntata: parte un colpo e muore a 15 anni

NEW DELHI – India, si fa un selfie puntandosi la pistola alla tempia, il colpo parte e lui muore. A 15 anni. Il ragazzo, Ramandeep Singh, originario del Punjab, alcuni giorni fa si era fatto un selfie mentre rivolgeva contro di sé una pistola calibro 32 del padre. Inavvertitamente però un colpo è partito e lo ha colpito alla testa.

Il giovane è stato subito soccorso e portato in ospedale a Ludhiana ed operato, ma le lesioni al cervello erano gravi e sono state fatali.

Come sottolinea la Cnn, le statistiche indiane portano dati preoccupanti sulle morti in India legate a selfie spettacolari. Di 49 decessi di questo tipo negli ultimi tre anni nel mondo 19 sono avvenuti in India, circa il 40 per cento del totale.

Proprio all’inizio di quest’anno l’aumento di morti di questo tipo ha portato le autorità di Mumbai ad imporre delle zone “no-selfie”, in cui gli autoscatti con il telefonino sono vietati.

Gli stessi agenti di polizia sono stati istruiti in modo da gestire a situazione nel caso vedano qualcuno che sta minacciando la propria vita per farsi un selfie in location tanto improbabili quanto pericolose, come sulle alte scogliere a strapiombo sul mare o sui binari di un treno. In tutto sono state individuate 15 aree “no-selfie”.

 

 

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'