agenzie

YOUTUBE Australia, senatrice Pauline Hanson in Aula con il burqa: “Va vietato”

YOUTUBE Australia, senatrice Pauline Hanson in Aula con il burqa: "Va vietato"

YOUTUBE Australia, senatrice Pauline Hanson in Aula con il burqa: “Va vietato”

SYDNEY – Senatrice di estrema destra si presenta in burqa in Parlamento. E’ accaduto in Australia. In questo modo Pauline Hanson, del partito One Nation, ha voluto dare il suo contributo alla campagna del partito volta a vietare il  velo integrale nel Paese.

La senatrice, del resto, non è nuova ad iniziative del genere. Ha acquisito la notorietà negli anni Novanta facendo campagna con una certa violenza contro gli immigrati e i richiedenti asilo in arrivo dai Paesi asiatici.

Così giovedì 17 agosto la senatrice Hanson si è presentata in Aula con indosso un burqa nero e per una decina di minuti ha chiesto il divieto dell’abito musulmano per motivi di sicurezza. “La grande maggioranza degli australiani sostiene di voler vietare il burqa”, ha spiegato ai parlamentari e al rappresentante del governo, il procuratore George Brandis, che ha risposto dicendo che il suo governo non vieterà il burqa e ha parlato di “offesa” fatta alla minoranza musulmana.

“Ridicolizzare questa comunità, metterla al bando, prenderla in giro con i vostri abiti è spaventoso, e io vi chiedo di riflettere su quello che state facendo”, ha tuonato Brandis.

Dopo una iniziale presa di posizione generica contro gli immigrati, negli ultimi anni la senatrice Hanson ha preso di mira in particolar modo i cittadini musulmani e gli abiti come il velo integrale, e si è opposta alla costruzione di moschee nel Paese.

To Top