Blitz quotidiano
powered by aruba

Auto diesel, sotto i 18 gradi emissioni tossiche più nocive

ROMA – Quando le temperature scendono al di sotto dei 18 gradi, le emissioni tossiche provenienti dai veicoli diesel sono ancora più nocive. Il problema è causato da sistemi di gestione del motore installati dai produttori e approvati da normativa europea, che vengono progettati per spegnere parzialmente i controlli di emissione quando fa troppo freddo. Questo protegge il motore contro le temperature estreme e fa risparmiare sulla benzina, ma allo stesso tempo comporta maggiori emissioni tossiche, che uccidono ogni anno migliaia di persone.

Ciò potrebbe rappresentare una minaccia per la salute dell’uomo e all’ambiente, in quanto più il clima è freddo, più si utilizza l’automobile per spostarsi. In alcuni paesi del mondo, alcuni governi hanno provato a incoraggiare le famiglie a usare macchine a diesel perché migliori per l’ambiente. Ambientalisti e industrie automobilistiche insistevano sul fatto che, rispetto ai motori a benzina, quelli diesel fossero più efficienti ed emettessero meno anidride carbonica, causa principale dei gas serra.

Gli stessi diesel, però, sono stati responsabili di livelli molto più alti di emissioni tossiche e inquinanti come il NOx. Attualmente i livelli di NOx sono molto più alti del limite massimo nocivo per la salute umana e l’ UE minaccia di perseguire e punire con multe milionarie.

I nuovi dati provengono da una società di testing, la Emissions Analytics, che ha studiato 213 modelli tra 31 produttori e ha scoperto che i livelli di emissioni tossiche si alzano drasticamente non appena la temperature scende al di sotto dei 18°.

Secondo la legge europea, i produttori sono autorizzati a installare dei sistemi di gestione del motore che alterano le emissioni in base alla temperatura esterna, al fine di proteggerne i componenti.
Emissions Analytics ha riscontrato un problema particolare nelle auto diesel che rispettano le norme sulle emissioni entrate in vigore nel 2011, ora conosciute come 5 euro.

Anche con un clima superiore ai 18 ° C, i modelli testati superavano di 3.6 volte il limite legale consentito di emissioni nocive, che aumentava di 4,6 volte oltre il limite quando la temperatura scendeva.

Le vetture che hanno passato meglio i test sono l’ultima generazione di Euro 6, in vendita dallo scorso settembre. Sopra i 18° superavano i limiti di emissioni di 2.9 volte, crescendo a 4.2 con temperature più basse.