Ambiente

Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5, Euro 6: io che macchina ho? Guida alla “classe ambientale”

Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5: io che macchina ho? Guida alla "classe ambientale"

Esempio di libretto di circolazione: cerchiata in giallo la voce da controllare per capire la classe ambientale della propria auto (clicca sull’immagine per ingrandire)

ROMA – Dicembre: se abitate in una città grande, media, e a volte anche piccola, è iniziata la stagione dei blocchi del traffico. Quella delle ordinanze comunali che recitano “Possono circolare solo veicoli da euro 4 in su”,  “Non possono circolare veicoli euro 1 ed euro 2”.

Ma io che macchina ho? Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 o Euro 6? Per rispondere a questa domanda bisogna andare a cercare l’apposita voce sul libretto di circolazione (vedi foto).

Una voce che non è (sarebbe troppo facile) “Euro 4” ma “2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (con disp. anti-part)“.

San raffaele

Insomma, da un lato ordinanze più o meno nette (perché a ogni blocco del traffico ci sono ampie deroghe), che impongono agli “euro tot” di restare in garage e permettono agli “euro tot” di circolare. Dall’altro una giungla di sigle da decifrare nel libretto di circolazione.

Dove guardare sul libretto?
Sulla carta di circolazione di nuovo tipo l’indicazione è riportata alla lettera V.9, con specificata la direttiva di riferimento nelle righe descrittive.
Su quella di vecchio tipo l’indicazione si trova nel riquadro 2.

Quindi, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 o Euro 6? Ecco a quale categoria appartiene la tua macchina (dal sito “Liberiamo l’aria” dell’Arpa Emilia-Romagna:

EURO 1 (immatricolate dopo il 31.12.1992)
· 93/59 CEE con catalizzatore
· 91/441 CEE
· 91/542 CEE punto 6.2.1.A

EURO 2 (immatricolate dopo il 1.1.1997)
· 91.542 punto 6.2.1.B
· 94/12 CEE
· 96/1 CE
· 96/44 CEE
· 96/69 CE
· 98/77 CE

È possibile trovare nel libretto anche le seguenti diciture:
· 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 96/36
· 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37
· 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37 – 96/38
· 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/36 – 96/37 – 96/38
· 92/97/CEE – 94/12 CEE – 93/116 CE
· 92/97/CEE – 94/12 CEE
· 96/20 CE – 96/44 CE
· 96/20 CE – 96/1 CE
· 96/20 CE – 94/12 CEE
· 92/97/CE – 96/69 CE
· 92/97/CE – 96/69 CE – 93/116 CE
· 96/20 CE – 91/542 CEE PUNTO 6.2.1 – B
· 96/20 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE
· 96/20 CE – 95/54 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE
· 96/20 CE – 96/69 CE – 93/116 CE
· 96/20 CE – 96/69 CE – 95/54 CE – 93/116 CE
· 92/97/CEE – 94/12 CE – 95/54 CE – 93/116 CE
· CE 96/20 – 93/116 – 96/69 – 95/56
· 1999/102/CE rif. 96/69/CE
· 98/77 CE
· CE 96/20 – 95/54 – 93/116 – 94/12 – 96/36 – 96/38
· 96/20 CE – 95/54 CE – 96/69 CE – 95/56 CE

EURO 3 (immatricolate dopo il 1.1.2001)
· 98/69 CE
· 98/77 CE rif 98/69 CE
· 99/96 CE
· 99/102 CE rif. 98/69 CE
· 2001/1 CE rif 98/69 CE
· 2001/27 CE
· 2001/100 CE A
· 2002/80 CE A
· 2003/76 CE A

Attenzione: molte ordinanze riportano tra i veicoli esclusi dalle limitazione le seguenti due categorie, relative ai veicoli commerciali:
– veicoli commerciali leggeri (fino a 3,5 t. categoria N1) Euro 3 conformi alla direttiva 98/69 CE Stage 2000 o immatricolati dopo l’1/1/2001,
– veicoli commerciali pesanti (oltre i 3,5 t. categorie N2 e N3) Euro 3 conformi alla direttiva 99/96 CE o immatricolati dopo l’1/01/2001

EURO 4 (immatricolate dopo il 1.1.2006)
· 98/69/CE B
· 98/77/CE rif. 98/69/CE B
· 1999/96 CE B
· 1999/102 CE B rif. 98/69/CE B
· 2001/1/CE Rif. 98/69 CE B
· 2001/1 CE B rif. 98/69 CE B
· 2001/27 CE B
· 2001/100 CE B
· 2002/80 CE B
· 2003/76 CE B
· 2005/55/CE B1
· 2006/51 CE B rif. 2005/55/CE B1

Si precisa che l’autoveicolo rientra nella classe ambiente EURO 4 solo se la Direttiva di riferimento riporta la lettera B
Qualunque altra sigla indica il riferimento ad una normativa precedente (Euro 1, Euro 2, Euro 3).

Euro 5 (*omologate dopo il 1.9.2009, immatricolate dopo il 1.1.2011)
· 2005/55/CE B2
· 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2
· 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 (ecol. migliorato) oppure Riga C
· 99/96 fase III oppure Riga B2 o C
· 2001/27 CE Rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C
· 2005/78 CE Rif 2005/55 CE Riga B2 oppure riga C
· 2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga B2
· 2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga C (ecol. migliorato)
· 715/2007*692/2008 ( Euro 5 A )
· 715/2007*692/2008 ( Euro 5 B )
· 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2
· 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (ecol. migliorato)
· 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (con disp. anti-part)

Euro 6
715/2007*692/2008 ( Euro 6 A )
715/2007*692/2008 ( Euro 6 B )

Non hai una macchina, ma hai un autocarro, un veicolo commerciale, una moto? Ecco le “classi ambientali” di autocarri, veicoli commerciali e moto (dal sito del Comune di Torino):

“La comunità europea ha emanato una serie di direttive sull’emissioni di inquinanti da parte dei veicoli. In base a queste direttive sono state individuate le categorie di appartenenza per gli autoveicoli (pre-Euro 1, Euro 1, 2, 3, 4).
Per sapere a quale categoria appartiene il nostro mezzo, dobbiamo controllare quale direttiva viene indicata sulla carta di circolazione (libretto).

Veicoli commerciali con massa complessiva a pieno carico (m.c.p.c.) non superiore a 3,5 tonnellate

Categoria Euro – Direttiva di riferimento – Data di entrata in vigore

Euro 1 91/441/CEE – 91/542/CEE punto 6.2.1.A – 93/59/CEE 1.1.1993

Euro 2 91/542/CEE punto 6.2.1.B – 94/12/CE – 96/1/CE – 96/44/CE – 96/69/CE – 98/77/CE 1.1.1997

Euro 3 98/69/CE – 98/77/CE rif 98/69/CE A – 1999/96/CE A – 1999/102/CE rif. 98/69/CE – 2001/1/CE rif 98/69/CE – 2001/27/CE A – 2001/100/CE A – 2002/80/CE A – 2003/76/CE A 1.1.2001

Euro 4 98/69/CE B – 98/77/CE rif. 98/69/CE B – 1999/96/CE B – 1999/102/CE rif. 98/69/CE B – 2001/1/CE rif. 98/69 CE B – 2001/27/CE B – 2001/100/CE B – 2002/80/CE B – 2003/76/CE B –
2005/55/CE B1 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B1 1.1.2006

Euro 5 2005/55/CE B2 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 (ecol. migliorato) oppure Riga C – 1999/96/CE fase III oppure Riga B2 o C – 2001/27/CE Rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C – 2005/78/CE Rif 2005/55 CE Riga B2 oppure riga C 1.9.2009 per omologazione
1.1.2011 per immatricolazione

Attenzione: occorre verificare sempre sulla carta di circolazione (libretto) la direttiva riportata. Le date di obbligatorietà per le nuove immatricolazioni sono solo indicative ma non determinanti. Molti costruttori commercializzano infatti anni prima dell’obbligatorietà di una nuova categoria Euro, ma sono anche ammesse le commercializzazioni delle giacenze dopo la data di obbligatorietà.
Si precisa che l’autoveicolo rientra nella classe ambiente EURO 4 solo se la direttiva di riferimento riporta la lettera B. Qualunque altra sigla indica il riferimento ad una normativa precedente (Euro1, Euro2, Euro3).

Quando si decide l’acquisto di un veicolo nuovo, è dunque importante informarsi anche sulla direttiva europea osservata per costruirlo.

Veicoli commerciali con massa complessiva a pieno carico (m.c.p.c.) superiore a 3,5 tonnellate

Categoria Euro – Direttiva di riferimento – Data di riferimento

Euro 1 91/542/CEE Immatricolati dopo il 1.1.1993 o il 1.10.1996 (a seconda dei gas emessi)

Euro 2 96/01/CE Immatricolati dopo il 1.1.1997

Euro 3 1999/96/CE immatricolati dopo il 1.10.2001

Euro 4 98/69/CE B 1999/96/CE B immatricolati dopo il 1.10.2006

Dove guardare sul libretto?
Sulla carta di circolazione di nuovo tipo l’indicazione è riportata alla lettera V.9, con specificata la direttiva di riferimento nelle righe descrittive.
Su quella di vecchio tipo l’indicazione si trova nel riquadro 2.

La mia moto?
La comunità europea ha emanato una serie di direttive sull’emissioni di inquinanti da parte dei veicoli. In base a queste direttive sono state individuate le categorie di appartenenza per gli autoveicoli (pre-Euro 1, Euro 1, 2, 3, 4) e le categorie per i motoveicoli e ciclomotori (Euro 1, 2, 3).
Per sapere a quale categoria appartiene il nostro mezzo, dobbiamo controllare quale direttiva viene indicata sulla carta di circolazione (libretto).

Le norme

Categoria Euro – Tipo di moto – Direttiva di riferimento – Data di riferimento

Euro 1 Ciclomotori e motocicli 97/24 CE cap. 5 omologati dopo il 17.6.1999

Euro 2 Ciclomotori 97/24 CE cap. 5 fase II ciclomotori omologati dopo il 17.6.2002
Motocicli 2002/51/CE fase A – 2006/27/CE fase A motocicli immatricolati dal 1.1.2003

Euro 3 Motocicli 2002/51/CE fase B
2006/27/CE fase B immatricolati dopo il 1.1.2006

Dove guardare sul libretto?
Sulla carta di circolazione di nuovo tipo l’indicazione è riportata alla lettera V.9, con specificata la direttiva di riferimento nelle righe descrittive.
Su quella di vecchio tipo l’indicazione si trova nel riquadro 2″.

To Top