Blitz quotidiano
powered by aruba

Grandi Navi lontano da Piazza San Marco a Venezia. Vertice in Procura

VENEZIA – Che le Grandi Navi debbano essere allontanate da Piazza San Marco a Venezia, sembrano essere tutti d’accordo. Sul punto convengono il Comune di Venezia, rappresentato dal capo di gabinetto del sindaco, Morris Ceron, la Sovrintendente alle belle arti e al paesaggio per Venezia e laguna, Emanuela Carpani, il comandante della Capitaneria di porto, Goffredo Bon e il presidente dell’Autorità portuale, Paolo Costa. Tutti riuniti in Procura a Venezia mercoledì 13 luglio su richiesta del procuratore aggiunto Adelchi D’Ippolito.

La questione era già stata oggetto di un’inchiesta che aveva visto indagato l’allora asre regionale all’Ambiente poi assolto. Ma gli ambientalisti sono tornati alla carica alcuni mesi fa con un nuovo esposto in Procura che ha portato all’apertura di un fascicolo sull’inquinamento causato dalle grandi navi in centro storico. Gli ambientalisti denunciano da un lato i presunti danneggiamenti provocati ai fondali lagunari e alle fondamenta della città dal passaggio dei “grattacieli del mare” e dal moto ondoso prodotto, dall’altro l’inquinamento dell’aria con il fumo nero che spesso si vede uscire dai comignoli.

In Procura, ha riferito Costa al termine dell’incontro, tutti hanno convenuto che “che l’obiettivo primario è quello che le navi non devono più passare in bacino San Marco e per questo ci dobbiamo dare da fare per scavare il canale delle Tresse, la soluzione che sembra più praticabile”. Una soluzione simile era già stata vagliata un anno e mezzo fa quando fu presentato il progetto per il nuovo canale Contorta Sant’Angelo poi fermato dal Tar del Veneto. Recentemente è stato presentato un nuovo progetto, quello del Canale Tresse Est Vittorio Emanuele, sul quale puntano il Comune di Venezia e autorità portuale. Ma sebbene il passaggio delle Grandi Navi dal Tresse, farà diminuire l’inquinamento nel centro storico, non è detto che gli ambientalisti siano favorevoli all’ipotesi di scavare ancora canali in un sito complesso come è quello lagunare.