Blitz quotidiano
powered by aruba

Justin Schmidt, lo scienziato che si è fatto pungere 1000 volte da 83 insetti diversi

MILANO – Justin Schmidt non è solo un entomologo e un ricercatore, ma è anche lo scienziato che si è fatto pungere mille volte da 83 specie diverse di insetti. E tutto in nome della scienza.

Perché Schmidt, 69 anni, ha deciso di fare del suo corpo un laboratorio. Si dice affascinato non solo dagli insetti, ma anche dal dolore che essi provocano. Per queste sue ricerche nel 2015 lo scienziato si è aggiudicato il premio Ig Nobel, come spiega Elmar Burchia sul Corriere della Sera una specie di parodia del Nobel assegnato annualmente a dieci ricercatori autori di ricerche “strane, divertenti, assurde”.

Per catalogare le punture di insetti da lui sperimentate, Schmidt ha stilato un vero e proprio indice, lo Schmidt Sting Pain Index, che misura, su una scala da 1 a 4, il grado di dolore.

  1. Formiche di fuoco (Solenopsis invicta)Specie originaria del Sud America. Il dolore: «Netto, improvviso, moderatamente allarmante. Come camminare su un tappeto a pelo lungo in una stanza per raggiungere l’interruttore della luce». Livello di dolore: 1

  2. Formica dell’Acacia (Pseudomyrmex ferruginea)
    Specie che vive in simbiosi con un’acacia nativa del Messico (Acacia cornigera) e protegge la pianta dagli attacchi degli insetti fitofagi. Il dolore: «Elevato e penetrante. Come se qualcuno avesse piantato una graffetta metallica nella tua guancia». Livello di dolore: 1,8

  3. Ape operaia (Apis mellifera)
    Specie del genere Apis più diffusa nel mondo, originaria dell’Africa e dell’Europa. Il dolore: «Bruciante, corrosivo – ma si può reggere. Come se la testa di un fiammifero venisse sfregata sulla pelle, bruciandola». Livello di dolore: 2

  4. Vespa (Vespula pensylvanica)
    Specie di vespa tipica del Nord America, attiva solamente in primavera e in autunno. Il dolore: «Caldo, affumicato. Immaginate un sigaro spento sulla vostra lingua». Livello di dolore: 2

  5. Vespa nera (Polybia simillima)
    Una vespa del genere Polybia originaria del Centro America (“fierce black polybia wasp”). Il dolore: «Un rituale andato male, satanico. Un po’ come la lampada a gas nella vecchia chiesa che ti esplode in faccia quando accendi la luce». Livello di dolore: 2,5

  6. Formica rossa raccoglitrice (Pogonomyrmex barbatus)
    Abitano le zone aride del Centro America. Il dolore: «Forte e inesorabile. Come se qualcuno usasse un trapano per scavare nella vostra unghia incarnita». Livello di dolore: 3

  7. Tarantula hawk
    Vespa pepsis, insetto della superfamiglia delle vespe (lunga tra i 5 e i 7 cm) che vive in Africa, Asia, Australia, Sudamerica, Nordamerica. La vespa usa come ospite le tarantole. Da qui il suo nome inglese “tarantula hawk”. Il dolore: «Accecante, feroce. Quasi quanto lo choc provocato dall’asciugacapelli acceso che cade nella vasca da bagno piena d’acqua, mentre ci siete dentro». Livello di dolore: 4

  8. Formica proiettile (Paraponera clavata)
    Specie diffusa in America Centrale e Sud America. Il dolore: «Puro, intenso, brillante. Come camminare sui carboni ardenti con un chiodo arrugginito lungo 8 centimetri piantato nel tallone». Il dolore provocato dal veleno iniettato dalla puntura dura 24 ore ed è paragonabile a quello provocato da un proiettile che colpisce un arto. Livello di dolore: 4

  9. Vespa guerriera (Synoeca septentrionalis)
    Originaria dell’America Centrale e del Sud America. Il dolore: «Una tortura. Sei incatenato in mezzo alla colata di un vulcano attivo. Ma perché mai ho iniziato a fare questa classifica?».Livello di dolore: 4


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'