Blitz quotidiano
powered by aruba

Meteo, allarme maltempo per Golia: neve, pioggia, vento

ROMA – Allerta meteo in tutta Italia per l’arrivo della perturbazione Golia: nevicate abbondanti al Nord e precipitazioni su gran parte del Paese. E’ questa la nuova allerta della protezione civile che prevede il livello “arancione su diverse regioni del centro-nord”. In particolare, l’ulteriore avviso prevede, scrive 3BMeteo, il “persistere delle nevicate sul Piemonte, con apporti al suolo generalmente abbondanti. Dal mattino di oggi, domenica 28 febbraio, sul Friuli Venezia Giulia, con apporti al suolo generalmente abbondanti”. Intanto in provincia di Imperia, a Costarainera, la campana della chiesa di Sant’Antonio Abate è stata abbattuta da un fulmine.

Previste, inoltre, “precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, dalla serata odierna su Piemonte e Friuli Venezia Giulia, in estensione nella giornata di domenica 28, ad Abruzzo e Molise, specie sui settori occidentali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento”.

L’avviso prevede infine, dalle “venti forti orientali, con raffiche fino a burrasca, su Piemonte, Lombardia e Friuli Venezia Giulia; venti forti meridionali, con rinforzi fino a burrasca forte, su Toscana, Marche, Umbria, e su tutte le regioni meridionali, con mareggiate lungo le coste esposte”. “Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani allerta arancione per rischio idraulico diffuso in Veneto sui bacini Po di Venezia-Tartaro; in Emilia, sulle pianura di Bologna e Ferrara, e di Modena e Reggio Emilia; su parte della Toscana meridionale e in Umbria sul bacino del Chiani Paglia.

L’allerta è invece arancione per rischio idrogeologico localizzato sulla Liguria, sull’Oltrepò pavese in Lombardia e sul Veneto e l’Emilia occidentali, nonché sui restanti settori della Toscana e dell’Umbria. Allerta gialla, idraulica e idrogelogica, sulla quasi totalità del restante territorio nazionale, isole comprese”, conclude l’allerta.

Incidenti e blackout in Liguria

Savonese nella morsa del maltempo, in particolare la Val Bormida. Nella notte ha nevicato copiosamente con disagi alla circolazione stradale per alberi caduti. Ad essere particolarmente colpita la zona di Carcare e Cairo Montenotte, dove sono caduti quasi 40 centimetri di neve. Durante la notte numerosi sono stati gli interventi compiuti dai vigili del fuoco per liberare le strade da alberi caduti e per il ripristino di linee elettriche. Alberi si sono abbattuti sulle strade bloccando la circolazione tra San Giuseppe di Cairo e Cengio, tra Dego e Giusvalla e Pontinvrea, tra Murialdo e Calizzano e tra Altare e Mallare. A Roccavignale e Pianissolo diverse abitazioni sono rimaste al buio a causa della caduta di alberi che hanno danneggiato i cavi della linee elettriche. Diversi anche gli incidenti stradali a causa dell’asfalto viscido, in nessun caso non vi sono state gravi conseguenze per gli automobilisti. Nessun disagio particolare sull’A6 Torino-Savona dove la viabilità risulta regolare.

Bufera di neve in Piemonte.

Novanta centimetri di neve al colle di Tenda, tra Italia e Francia, 70 al Colle della Maddalena, una ventina in pianura. La bufera che la notte scorsa ha colpito il Cuneese ha causato qualche disagio, sopratutto alla viabilità. Oltre 35 gli interventi dei vigili del fuoco. In Valle Stura un tir di traverso lungo la carreggiata ha bloccato il traffico per oltre un’ora. Numerosi gli alberi spezzati dal peso della neve e le auto fuoristrada, soprattutto nelle zone di Saluzzo e Bra. Il maltempo, comunica l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale), continuerà ad interessare la provincia di Cuneo ancora per l’intera giornata con miglioramenti solo a partire dalla serata di oggi. Neve anche sul resto del Piemonte, dalla Valle di Susa al nord della regione.

Interrotti collegamenti Napoli-Capri.

Il mare agitato e il forte vento di scirocco hanno provocato stamane l’interruzione di tutti i collegamenti marittimi tra Napoli e Capri. La nave Caremar è rimasta ferma in banchina annullando, a partire dalle 11, le corse tra il capoluogo e l’isola. Già in precedenza erano state soppresse le partenze di linea veloce tra Napoli e Capri. Un aliscafo è invece riuscito ad assicurare alcuni collegamenti tra Capri e Sorrento.

Reggio Calabria: lungomare chiuso.

Disagi a Reggio Calabria ed in alcune zone della provincia a causa delle forti raffiche di vento. Il Comune di Reggio ha reso noto, con un comunicato, che “a causa del forte vento é stata disposta la chiusura al traffico dell’area del Lungomare ed é stato interdetto l’accesso alla Villa comunale”. “La Protezione civile, i vigili del fuoco e le forze dell’ordine – si afferma ancora nella nota del Comune – sono al lavoro per la messa in sicurezza delle aree più a rischio. Ai cittadini è consigliato di ridurre al minimo gli spostamenti e di prestare massima attenzione”. Si registrano cadute di alberi e di cornicioni. Non si segnalano, comunque feriti. Il vento imperversa anche in molte zone della provincia, ed in particolare lungo la fascia tirrenica. I vigili del fuoco sono impegnati con più squadre per fare fronte ai danni che si stanno registrando. Difficoltà e ritardi anche per il servizio di traghettamento nello Stretto di Messina.

FOTO ANSA.

Immagine 1 di 4
  • Maltempo Costarainera, fulmine abbatte campanile. Ora neve..5
  • Maltempo Costarainera, fulmine abbatte campanile. Ora neve.. (foto Ansa)
Immagine 1 di 4