Ambiente

Meteo, neve e gelo in arrivo con la Befana

Meteo, Befana con freddo e neve

Neve

ROMA – Con la fine dell’anno l’alta pressione potrebbe finalmente ritirarsi, almeno secondo le previsioni meteorologiche diffuse da ilMeteo.it. Il che porterebbe indubbi benefici anche all’aria delle nostre città, dove smog, polveri sottili e inquinamento hanno raggiunto da diverse settimane livelli di guardia insostenibili.

Secondo i meteorologi, infatti, l’anticiclone “sta invecchiando, se non altro fisiologicamente, stante una durata media delle alte pressioni invernali di circa un mese”.

Da alcuni giorni, notano, “inizia a mancare un terreno favorevole alla sua permanenza”, soprattutto sulle aree circostanti il suo raggio di azione, in particolare per l’azione congiunta di una bassa pressione in arrivo da est (impulso freddo) e un’altra che agisce sul nord-ovest dell’Europa (impulso umido).

In sostanza, l’alta pressione resterà ben forte anche nei prossimi giorni sull’Italia e il Mediterraneo e anche su buona parte dell’Europa centrale. Ai suoi fianchi, tuttavia, arrivano le minacce che potrebbe porre fine al tempo anomale delle ultime settimane: la prima perturbazione, a carattere freddo, è quella presente sull’Est Europa: nelle simulazioni dei meteorologi, viene ora più accostata all’Italia e alle regioni del Mar Nero. La seconda è la perturbazione che tanta acqua ha già scaricato sulla Gran Bretagna.

Le conseguenze del doppio attacco all’alta pressione possono far “ipotizzare – scrivono da ilMeteo.it – un progressivo calo termico iniziale sulle regioni adriatiche, poi in propagazione a buona parte del territorio; successivamente un possibile innesto di perturbazioni atlantiche”. Se questo scenario dovesse realizzarsi, la prima neve dell’inverno più secco degli ultimi anni dovrebbe arrivare sulle regioni adriatiche, a seguire i versanti tirrenici. Dal punto di vista della tempistica, il cambio di marcia potrebbe verificarsi subito dopo capodanno.

To Top