Ambiente

Previsioni meteo, allerta della protezione civile: “Ancora forte maltempo e nevicate”

Previsioni meteo, allerta della protezione civile: "Ancora forte maltempo e nevicate"

Previsioni meteo, allerta della protezione civile: “Ancora forte maltempo e nevicate”

ROMA – Nuova allerta maltempo della protezione civile. Ancora nevicate e venti forti, anche a quote basse, sono attesi anche sui settori nord-orientali di Toscana, fino a pianura, e Campania, sopra i 400-600 metri, ma le più colpite, specie da oggi, 18 gennaio, saranno ancora Umbria, Marche, Abruzzo e Molise, in estensione al Lazio orientale, Basilicata e Puglia, e la neve è attesa anche in Sardegna, quota 400-600 metri. Prevista criticità arancione sull’Abruzzo, già interessato da forti nevicate.

“Una vasta area depressionaria presente sul Mar Mediterraneo, alimentata da aria fredda di origine artica – ha spiegato il Dipartimento della Protezione civile – continua ancora portare maltempo sulla nostra penisola, con diffuse nevicate, anche a quote basse, specie sui settori del medio adriatico, unite a forti venti e diffuse gelate”.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra e estende quelli già diffusi nei giorni scorsi. Dalle prime ore di oggi, inoltre, ancora nevicate su Umbria, Marche, Abruzzo e Molise, con quota neve al di sopra dei 100-300 metri con apporti al suolo generalmente deboli sull’Umbria, da moderati ad abbondanti sulle altre regioni.

Neve ancora sopra i 400-600 metri su Sardegna, Lazio orientale, Basilicata e Puglia, con apporti al suolo da deboli a puntualmente moderati. Sempre dalle prime ore di domani, attesi venti forti o di burrasca, dai quadranti settentrionali con raffiche di burrasca forte, su Piemonte meridionale, Liguria e Sardegna, dai quadranti nord-orientali sempre con raffiche di burrasca forte, su Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise, mentre venti dai quadranti orientali sulla Puglia.

Previste, inoltre, mareggiate lungo le coste esposte della Sardegna e delle regioni adriatiche. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata, per domani, allerta arancione sul settore orientale dell’Abruzzo, gialla su Marche, sul settore occidentale dell’Abruzzo, sul Molise, sulle zone interne della Campania, sulla Puglia e sulla Sicilia.

IL BOLLETTINO PER MERCOLEDÌ 18 GENNAIO:

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, a prevalente carattere nevoso, su Abruzzo e Molise, con quantitativi cumulati generalmente elevati;
– sparse, su Marche, Lazio nord-orientale, Sardegna orientale e Puglia, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;
– isolate, anche a carattere di rovescio, su Romagna, Toscana orientale, Umbria, restanti settori di Lazio e Sardegna, e restanti zone del Sud, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate:
– al di sopra dei 100-300 m, con sconfinamenti fino al livello del mare, Romagna, Marche, Abruzzo e Molise , con apporti al suolo molto abbondanti su Abruzzo e Molise, da debole a moderato altrove;
– al di sopra dei 400-600 m su Sardegna, settori orientali di Lazio e Campania e su Basilicata e Puglia, con apporti al suolo da deboli a puntualmente moderati;
– al di sopra degli 800 m su Calabria e Sicilia, con apporti al suolo deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni significative, con gelate diffuse sulle zone interessate dalle nevicate.
Venti: da forti a burrasca nord-orientali sulle regioni del medio e alto versante adriatico, su Liguria, Sardegna e restanti regioni centrali peninsulari; localmente forti dai quadranti orientali su Puglia, Basilicata, Campania e Calabria.
Mari: agitati il Mar di Sardegna, il Tirreno occidentale e l’Adriatico, molto mossi i restanti bacini.

IL BOLLETTINO PER GIOVEDÌ 19 GENNAIO:

Precipitazioni:
– sparse, su Abruzzo, Molise e Puglia garganica, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;
– isolate su Piemonte sud-occidentale, Romagna, settori orientali di Toscana, Umbria, Lazio e Campania, e su Marche, restanti zone della Puglia, Basilicata, Calabria nord-orientale, Sicilia sud-orientale e Sardegna nord-orientale, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate:
– al di sopra dei 100-300 m, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia garganica, con apporti al suolo moderati;
– al di sopra dei 400-600 m su restanti zone appenniniche centrali e su Campania orientale e Basilicata, con apporti al suolo generalmente deboli;
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: minime in sensibile diminuzione sulla pianura Padana orientale.
Venti: forti settentrionali sulla Liguria; forti nord-orientali sulle regioni dell’alto versante adriatico e sulla Sardegna; localmente forti nord-orientali sulle restanti regioni centrali, in attenuazione.
Mari: molto mossi l’Adriatico, lo Ionio, il Mar Ligure, il Tirreno occidentale, il Mare e Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia.

To Top