Blitz quotidiano
powered by aruba

Previsioni meteo: temporali e freddo, soprattutto a Sud FOTO

ROMA – Previsioni meteo per i prossimi giorni, niente sole all’orizzonte. Soprattutto al Sud. L’intensa perturbazione del Nord Europa che è arrivata sull’Italia sabato 5 marzo, portando abbondanti piogge copiose nevicate quasi ovunque, oltre a vento forte e temperature invernali, non abbandona l’Italia. Si attenuerà al Nord, ma non allenterà la sua presa al Sud.

Nelle regioni meridionali la protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse per il rischio di temporali e forti venti.

Sabato la neve ha imbiancato Torino per la prima volta in questo strano inverno, e ha causato pesanti disagi alla viabilità nel basso Piemonte e in Liguria, con code sull’autostrada A6 Torino-Savona di 14 chilometri. Nevicate eccezionali per il periodo dell’anno anche sulle montagne di Lombardia, Veneto e Trentino, che salvano così la stagione sciistica dopo un inverno mai così secco negli ultimi decenni, la perturbazione si sta spostando verso Sud.

L’aria polare arrivata sul Mediterraneo ha causato un brusco calo delle temperature, con il termometro che in Piemonte, sulle Alpi Marittime, è sceso fino a -15. Abbondanti le nevicate su Alpi e Prealpi sopra i 500 metri, con la collina di Torino che non è rimasta paralizzata soltanto grazie al pronto intervento di mezzi spazzaneve e spargisale.

In Liguria è stato dichiarato il ‘codice nero’ sulla A6 con blocco di mezzi pesanti e leggeri. In Valbormida, sulla Torino-Savona prima di Altare, gli automobilisti sono rimasti bloccati per alcune ore, fino alle 13. Disagi anche alla circolazione ferroviaria, mentre il forte vento ha fatto crollare un grosso pino su un asilo nell’imperiese senza provocare feriti.

A Viareggio, in Toscana, è stata rinviata l’ultima sfilata del Carnevale. A Milano per le forti piogge il fiume Seveso è esondato e solo l’attivazione del canale scolmatore ha evitato che l’ospedale di Niguarda si allagasse. Rallentamenti sulle strade in provincia di Varese, nella zona del Lago Maggiore e in provincia di Sondrio, dove una slavina ha causato l’interruzione della statale 36 del Lago di Como. L’Enel è intervenuta con una task force di 500 uomini e 250 mezzi, tra Piemonte e Lombardia, per far fronte ai black out causati da vento e neve soprattutto nelle province di Alessandria e Novara.

Neve anche a Cortina d’Ampezzo e sulle altre località del Cadore oltre i 600 metri e in Trentino oltre i 500. Una nevicata storica, che ha riportato valori consistenti di neve sulle montagne proprio sul finire dell’inverno: il manto nevoso al suolo, sulle Dolomiti, ora supera il valore medio stagionale degli ultimi trent’anni.

Disagi sulla statale 51 di Alemagna, soprattutto in direzione nord, a causa di diversi veicoli fermi, di traverso, privi di catene o pneumatici da neve. Chiusi, per pericolo di valanghe, alcuni dei valichi dolomitici attorno alla conca d’Ampezzo; la manifestazione di autovetture d’epoca WinterRace 2016 si è disputata ugualmente, ma il percorso delle macchine storiche è stato deviato per la sella di Cimabanche, verso la Val Puster Pericolo valanghe in aumento fino a grado 4 (forte) a causa delle forti raffiche di vento e, nelle vallate alpine occidentali, al foehn.

Ma vediamo le previsioni meteo di 3bmeteo.com per questi giorni:

DOMENICA 6 MARZO – Al Nord al mattino residui fenomeni sul Triveneto, variabile altrove. Tra pomeriggio e sera qualche nuovo acquazzone su Lombardia e Nord Est. Temperature in rialzo, massime tra 8 e 12. Al Centro instabilità tra Sardegna e versante tirrenico con acquazzoni anche temporaleschi alternati a schiarite. Meglio sulle Adriatiche. Temperature in calo, massime tra 12 e 16. Al Sud acquazzoni sparsi alternati a spazi soleggiati lungo le aree peninsulari. Più stabile sulla Sicilia. Temperature in lieve calo, massime tra 13 e 17.

LUNEDI’ 7 MARZO – Al Nord tempo ancora molto variabile sulle regioni di Nord Est con occasione per brevi piovaschi, schiarite prevalenti altrove. Temperature in flessione, massime tra 8 e 11. Al Centro spiccata variabilità su tutte le regioni con acquazzoni alternati a schiarite, nevicate sulla dorsale oltre i 800/1300m di quota. Temperature in calo, massime tra 7 e 12. Al Sud condizioni di spiccata instabilità con acquazzoni sparsi; dal pomeriggio migliora ovunque con schiarite prevalenti. Temperature in calo, massime tra 10 e 14.

MARTEDI’ 8 MARZO – Al Nord bel tempo prevalente salvo ancora nubi al mattino sul Triveneto; dal pomeriggio molta variabilità tra Emilia e Nord Ovest con qualche piovasco. Temperature stabili, massime tra 8 e 12. Al Centro avvio soleggiato salvo acquazzoni sulla Sardegna; dal pomeriggio peggiora anche sulla Toscana con qualche piovasco. Temperature stabili, massime tra 10 e 14. Al Sud qualche piovasco al mattino sul basso Tirreno, soleggiato invece su Puglia, Molise e Basilica con schiarite. Temperature in ascesa, massime tra 10 e 15.

(Foto Ansa della nevicata a Torino)

Immagine 1 di 7
  • Previsioni meteo: temporali e freddo, soprattutto a Sud FOTO 7
Immagine 1 di 7

 

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'