Blitz quotidiano
powered by aruba

Scie chimiche? Tutta la verità spiegata da un’équipe di scienziati

LOS ANGELES – Le scie chimiche? Tutta una bufala. A sgomberare il campo dalle teorie complottiste secondo cui governi o organizzazioni governative spruzzerebbero sostanze chimiche nell’atmosfera attraverso gli aerei è uno studio condotto dall’Università della California di Irvine e pubblicato su Environmental Research Letters. 

I ricercatori hanno scoperto, o meglio, confermato, che le cosiddette scie chimiche nel cielo non sono altro che scie di condensazione, fatte di innocuo vapore acqueo che si forma intorno ai residui di gas di scarico degli aerei.

 

“Abbiamo voluto stabilire un record scientifico sul tema indirizzato a coloro che ancora non hanno capito di che cosa si tratti”, ha spiegato Steven Davis, uno degli autori dello studio.

Per spiegare il fenomeno, l’équipe di studiosi ha mostrato quattro immagini, tra le più note tra i sostenitori della cospirazione delle “scie chimiche”, a 77 specialisti del settore geochimico e atmosferico. Ben 76 di loro hanno chiarito che nelle loro ricerche non hanno mai trovato la prova che esistessero manipolazioni riguardo alle scie lasciate dagli aerei.

“Sentivo che era importante mostrare definitivamente quello che pensano i veri esperti delle scie di condensazione, ha detto Ken Caldeira, del Carnegie Institution for Science. Potremmo non convincere i complottisti che la loro è una fantasia paranoica, ma speriamo che i loro amici accettino la realtà dei fatti. Se ci sono più scie negli ultimi anni è solo perché sono aumentati gli aerei e la persistenza delle scie nei cieli è dovuta ai cambiamenti climatici”.

 


PER SAPERNE DI PIU'