Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto in Sicilia: scossa di magnitudo 3.3 nel Mediterraneo

TRAPANI – Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 della scala Richter è stata registrata nel Canale di Sicilia alle 6:27 di domenica mattina 26 giugno. La scossa, con ipocentro a 13 chilometri di profondità, è stata rilevata in pieno Mar Mediterraneo, spiega il sito Centro Meteo Italiano, lungo la faglia ileo-maltese, una zona ad alta frequenza sismica, a quasi equa distanza da Sicilia e Tunisia. Il terremoto non è stato avvertito dalla popolazione.

Sabato 25 giugno una scossa di terremoto analoga, di magnitudo 3.4, era stata registrata alle 3:12 della notte in provincia di Ancona, con epicentro fra i comuni di Polverigi, Offagna e Osimo. Non ci sono stati danni, ha segnalato la Sala operativa della Protezione civile regionale. Il sisma, avvenuto ad una profondità di 30 chilometri, è stato avvertito solo da poche persone.

Giovedì scorso, invece, era toccato alla Toscana e alla Liguria, ed in quel caso si era trattato di una scossa significativa, di 4.0 gradi della scala Richter. Una scossa avvertita dalla popolazione e che ha portato alla chiusura delle scuole di Carrara.

La scossa principale è stata seguita da almeno altre due scosse di assestamento registrate ancora in provincia della Spezia dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 16:45 e poi poco dopo le 17 la prima di magnitudo 1.9 e la seconda di 1.2. L’epicentro ancora nella stessa zona della Val di Magra, a cavallo tra la Liguria e la Toscana. Anche a Siena si era registrata una scossa di terremoto di magnitudo 2.9.

 

 


PER SAPERNE DI PIU'