Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli, operaio trapana muro e buca affresco del ‘500 FOTO

NAPOLI – Napoli, operaio trapana durante i lavori di ristrutturazione e sbuca nella parete di una chiesa antica, danneggiando un affresco del Cinquecento. Mercoledì mattina, 13 aprile, la Basilica si San Giovanni Maggiore a Napoli era gremita di gente: erano in corso le sedute di laurea dell’Istituto orientale di Napoli sulla Storia della Cina.

Tra la Fondazione Ordine Ingegneri Napoli, che ha in comodato d’uso l’antico edificio di culto, e l’Istituto universitario ci sono accordi per ospitare sedute di laurea nella suggestiva cornice del sito monumentale

Ad un certo punto i presenti hanno sentito un rumore molto forte, e poi la punta di un trapano è sbucata dalla parete dell’edificio.

L’affresco danneggiato si chiama ‘La Madonna in trono con San Pietro e un donatore’, ed abbellisce una delle pareti della cappella dedicata a Santa Maria dei Greci, per questo motivo visitata da molti componenti della comunità greca presente a Napoli, oltre che di turisti. Viene anche conosciuta come Cappella del paleologo.

Per Luigi Vinci, presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli e della Fondazione che ha in comodato d’uso ”Non ci sono parole. Si tratta di un danno arrecato a un’opera di grande valore e che attira visitatori anche dall’estero”. Sul posto sono presenti carabinieri e polizia.

Immagine 1 di 3
  • Napoli, operaio trapana muro e buca affresco del '500 FOTO 4
Immagine 1 di 3

 

 


PER SAPERNE DI PIU'