Blitz quotidiano
powered by aruba

Serradifalco e le sue visioni satellitari in mostra a Roma

Nelle visioni di Max Serradifalco le foto da satellite diventano opere d'arte che dal 19 aprile saranno in mostra nella sede di Fondazione Exclusiva

ROMA – “Amo definire il mio lavoro come un ponte che collega il Novecento all’era digitale. Ho sempre avuto una passione innata per la natura e la geografia. Osservo e quando colgo la bellezza nelle forme scatto, non ne modifico i contorni o i colori, ma lascio che tutti possano vedere quello che io ho stesso ho visto: il fascino straordinario della nostra Terra” dice Max Serradifalco sul suo lavoro che da domani, 19 aprile, sarà in mostra nella sede romana di Fondazione Exclusiva: AREA81 in via Giovanni da Castel Bolognese, 81.

Max Serradifalco, giovane palermitano pioniere della Web Landscape Pography, attraverso l’uso di mappe satellitari, ha viaggiato virtualmente per il nostro pianeta alla ricerca di scenari da mostrare al mondo. I suoi reportage artistici da satellite sono unici e privi di manipolazioni digitali.

La mostra espone quattordici scatti selezionati tra tre cicli di opere: Web Landscape Pography che raccoglie le prime visioni della terra osservata attraverso il satellite, E-ART-H nel quale Serradifalco ricerca assonanze tra i paesaggi del nostro pianeta e i capolavori dell’arte, e infine la raccolta Earth / Portrait dedicata agli scenari che ricordano tratti umani.

“Fondazione Exclusiva si impegna nella promozione di giovani talenti ed è per questo che abbiamo deciso di mostrare, nella nostra sede di Roma, il viaggio di Max Serradifalco. Abbiamo accolto con piacere un progetto nel quale coesistono innovazione della tecnica, sensibilizzazione al rispetto ambientale e sperimentazione artistica” dichiara Fabio Mazzeo, Presidente di Fondazione Exclusiva, ente no profit costituito nel 2015 al fine di dare un contributo alla salvaguardia e allo sviluppo della filiera creativa.

Centro di approfondimento per giovani di talento, la fondazione sviluppa programmi internazionali e interdisciplinari di alto valore scientifico e culturale, individuando scambi costanti e percorsi virtuosi tra il mondo dell’impresa e della produzione industriale e quello della creatività pura. Attraverso le proprie attività, si propone di mostrare, condividere, insegnare e creare eccellenza, legando costantemente tradizione e innovazione.

Nel 2015 il lavoro di Max Serradifalco è stato selezionato come miglior progetto da Adobe e pubblicato nel libro Super-Modified: The Behance Book of Creative Works (Ed. Gestalten, Berlin 2015), che raccoglie i progetti creativi più emozionanti del mondo. Nello stesso anno è stato anche premiato al MIFA (Moscow International Foto Awards) nella categoria Aerial: Landscape.

La mostra sarà inaugurata Martedì 19 aprile, alle 19.00 e sarà visitabile fino all’11 maggio 2016, da Martedì a Venerdì dalle 15.00 alle 20.00, Sabato e Domenica dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00.