Arte

Una Gioconda senza veli nei sotterranei del Louvre: la mano è di Leonardo da Vinci?

Una Gioconda senza veli nei sotterranei del Louvre: la mano è di Leonardo da Vinci?

Una Gioconda senza veli nei sotterranei del Louvre: la mano è di Leonardo da Vinci?

ROMA – Una Gioconda senza veli nei sotterranei del Louvre: la mano è di Leonardo da Vinci? Un doppio foglio incollato di 72 per 54 cm, con disegno a carboncino con pigmenti bianchi raffigurante una giovane donna senza veli è stata trasferita in gran segreto dal museo Condeé nel castello di Chantilly ai laboratori sotterranei del Louvre a Parigi.

Il disegno è senza firma, reca l’insegna provvisoria di “Gioconda nuda”, da oltre un mese è l’oggetto di una indagine iconografica per verificare che la mano che l’ha ritratta sia la stessa del quadro più famoso del mondo: Leonardo da Vinci. Riflettografia, raggi infrarossi, luce rasente, radiografia, fluorescenza ai raggi X: gli strumenti del Centre de Recherche et de Restauration des Musées de France avrebbero dato la conferma che proprio Leonardo vi fosse coinvolto, o almeno la sua bottega.

I francesi tardano ad ufficializzare la scoperta: forse si aspetta il 2019, i 500 anni cioè della morte del genio rinascimentale per antonomasia. In ogni caso la conferma che i ritratti dovevano essere due, un dittico con una Monna Lisa vestita e una Monna Lisa nuda, che richiama la fortunata dicotomia neoplatonica della Venere celeste e quella carnale. Di riproduzioni successive della Gioconda nuda (come la Monna Vanna del Salaino esposta 6 anni fa a Pescara) se ne contano una ventina, certo che quella disegnata dal maestro è fuori concorso e senza prezzo.

To Top