beppe grillo

Alessandro Di Battista: “Disposti ad andare avanti su legge elettorale. Pd schizofrenico”

ROMA – Il Pd accusa di aver sabotato il patto per un emendamento minore, ma “era un emendamento giusto. Noi lo abbiamo presentato e lo abbiamo votato. Questo è il M5S. Sapevano che ci saremmo comportati così”, “il nostro Riccardo Fraccaro ha fatto una dichiarazione di voto esplicita”. Così il deputato del Movmento 5 Stelle Alessandro Di Battista, legge quanto accaduto al voto della legge elettorale, in un’intervista a La Stampa: “Abbiamo ritirato tutti i nostri emendamenti, tranne otto. Perché non avremmo dovuto votarli?”.

Lei sarebbe ancora disposto a sedersi al tavolo? “Io sì. Se ci stanno perché non continuare? O vogliono davvero far saltare tutto per il Trentino? Se ne assumano la responsabilità. Votiamo preferenze e disgiunto e vediamo come va”, afferma. “I franchi tiratori – dice – sono nel Pd. È una loro specialità come ci ricorda il caso dell’elezione mancata di Prodi al Quirinale. Inoltre mancavano una quarantina di loro deputati. Se ci fossero stati, l’emendamento non sarebbe passato. Se la prendessero con loro”. Il risultato ora è che l’accordo è saltato e non c’è una legge. “Non per colpa nostra – replica -. Io mi aspettavo che sarebbe finita così: il Pd aveva paura e cercava solo un pretesto perché sapeva che al voto segreto non avrebbe retto su emendamenti molto più importanti come preferenze e voto disgiunto. È un ulteriore fallimento di Matteo Renzi”.

Di Battista in un post sul blog di Beppe Grillo ha poi ribattuto alle accuse del Pd sui presunti franchi tiratori grillini, accusando a sua volta il Partito Democratico di avere i franchi tiratori al proprio interno:

Buona giornata a tutti. Vi spiego quel che è successo in aula. Il M5S presenta un emendamento (a firma Fraccaro) che prevede l’applicazione della legge elettorale in tutta Italia, dalla Sicilia all’Alto-Adige (dove c’è un partito, il Südtiroler Volkspartei, che era contrario). Questo emendamento passa. Noi ovviamente abbiamo votato a favore proprio perché è un emendamento giusto ma l’hanno votato tantissimi del PD!

Ora il PD (che aveva tanti assenti in aula) dice che è colpa nostra. Ma sono loro ad avere i franchi tiratori (già dai tempi dell’elezione di Prodi al Quirinale ricordate?). Ora il PD affosserà questa legge elettorale perché è passato un emendamento che prevede la sua applicazione in tutta Italia, dal sud al nord.

Vi rendete conto? Questa si chiama schizofrenia. Renzi è incapace di gestire le miliardi di correnti del suo partito. Avrebbe fatto davvero bene (come aveva detto) a ritirarsi a vita privata dopo la sconfitta del referendum del 4 dicembre.

To Top