Blitz quotidiano
powered by aruba

Berlusconi da Vespa confessa: “Ho pianto quando…”

ROMA – “Mi creda – dice, intervistato da Bruno Vespa, Silvio Berlusconi – ho pianto al cambio lira-euro a 1936,27″. Ma Vespa gli ricorda: “Ma lei fece togliere i cartellini coi prezzi”. E allora Berlusconi chiude: “Non ricordo”.

“Il governo resterà in carica perché ha la maggioranza e continua ad averla”. Intervistato da Bruno Vespa a Porta a porta, Silvio Berlusconi ribadisce il suo No al referendum del 4 dicembre.

“Non credo a elezioni anticipate perché tanti parlamentari non hanno la certezza di tornare in
Parlamento, e saranno attaccatissimi alla poltrona”, aggiunge l’ex premier, spesso ironico sul conto del governo.

“La maggioranza non è il Real” – Renzi aveva parlato di “accozzaglia” per il fronte del No, che va da CasaPound all’Anpi, da Grillo a Brunetta. “Non è che dall’altra parte, con Alfano, Verdini e Cicchitto, mi pare che ci sia il Real Madrid in campo…”, ha scherzato Berlusconi con Vespa.

“Salvini? Ha delle punte” – “Salvini ha delle punte, ma quando ci si incontra diventa molto affabile e cordiale. Finora ci siamo messi d’accordo su tutto”.

“Cambiare l’Italicum” – Il governo cambierà l’Italicum? “L’intenzione c’è di cambiare la legge elettorale ma vedremo poi
cosa succederà”, risponde Berlusconi, tra il cauto e lo scettico.