berlusconi

Berlusconi offre a Paolo Sorrentino Villa Certosa e il Mausoleo di Arcore come set del film su di lui

Berlusconi offre a Paolo Sorrentino Villa Certosa e il Mausoleo di Arcore come set del film su di lui

Berlusconi offre a Paolo Sorrentino Villa Certosa e il Mausoleo di Arcore come set del film su di lui

ROMA – Berlusconi offre a Paolo Sorrentino Villa Certosa e il Mausoleo di Arcore come set del film su di lui. S’intitola Loro il nuovo atteso film di Paolo Sorrentino, sul set quest’estate a luglio. E’ incentrato sulla figura di Silvio Berlusconi e la sua corte: il ‘loro’ del titolo  evoca subito l’immagine storica di Berlusconi, correva l’anno 1995 e alle Bermuda faceva jogging con gli amici di sempre: Fedele Confalonieri, Adriano Galliani, Carlo Bernasconi, Gianni Letta e Marcello Dell’Utri.

E anche il ‘loro’ al femminile inteso come Ruby Rubacuori e le olgettine. Ma, come il Servillo attore feticcio che lo interpreterà, tutto questo si sapeva, insieme all’incontro del regista con Veronica Lario: non si sapeva che Sorrentino avesse incontrato anche Berlusconi in carne ed ossa.

Ci informa dell’abboccamento Malcolm Pagani de Il Messaggero che racconta un ex premier eccitatissimo e galvanizzato dalla prospettiva di un eternamento artistico da parte del regista premio Oscar.

«Lei è un regista straordinario, il mio preferito in assoluto, ho visto tutti i suoi film, le metto a disposizione tutto quel che vuole». E per tutto, l’uomo abituato ad atterrare a Milanello in elicottero o marciare in fila ai Caraibi con la truppa, intendeva ciò che non si può valutare. Ciò che è etereo. Ciò che per definizione balla tra terra e cielo. Sorrentino, divertito e un po’ basito, ascoltava. Silvio disponeva la mercanzia: «Se lo desidera le permetto di girare a Villa Certosa o nel mausoleo di famiglia ad Arcore». (Malcolm Pagani, Il Messaggero)

Insieme ai due erano presenti l’amico e produttore di Napoli, Nicola Giuliano della Indigo, più gli inseparabili Nicolò Ghedini (anche per fiutare eventuale trappole da querela) e il consigliere di una vita Gianni Letta.

To Top