Blitz quotidiano
powered by aruba

Berlusconi, tutti i malanni recenti: dal cancro alla prostata all’uveite

MILANO – Berlusconi, tutti i malanni recenti: dal cancro alla prostata all’uveite. Berlusconi ha rischiato di morire davvero di scompenso cardiaco, l’intervento è di routine ma la complicazione dell’età avanzata presenta ancora un fattore importante di rischio: si confida nelle sue generali condizioni di salute, a parte il tagliando al cuore buone, sull’eccellenza dell’equipe medica che l’assiste, su una tempra fuori dal comune. Non è la prima volta che se l’è vista brutta. Un cancro alla prostata debellato, il malore al comizio, il problema agli occhi, il dente rotto, eccezionalmente l’unico postumo di rilievo dell’attacco solitario del folle a Milano.

1997, cancro alla prostata. Nel 1997, in piena campagna elettorale per l’elezione di un altro sindaco, Berlusconi dovette apprendere e affrontare la notizia di un’insorgenza tumorale grave. Lo ha raccontato lui stesso.

“Nel maggio 1997, ricordo un comizio in piazza del Duomo a Milano in cui sostenni la candidatura a sindaco di Gabriele Albertini: ero sul palco, in mezzo alla gente, ma parlavo con la morte nel cuore. La mattina dopo dovevo entrare in sala operatoria, non riuscivo a non pensarci, temevo che il male fosse incurabile. Invece, per fortuna, il male era localizzato ed è stato possibile combatterlo. Sono stati mesi da incubo, ma dieci giorni dopo l’operazione presiedevo già una riunione di Forza Italia. Ed era stata un’operazione invasiva”. (La Repubblica).

2006, malore al comizio. Va via con la sua auto invece che con l’ambulanza, resta in osservazione per qualche giorno. A Montecatini, durante un comizio, si sente male. Le immagini di lui col volto trasfigurato, sorretto a braccia, fanno il giro del mondo.

2009, la statuetta del Duomo in faccia. A dicembre,  uno squilibrato gli lancia sul volto una statuetta che riproduce il Duomo di Milano. Lesione lacero-contusa interna ed esterna e due denti lesi, di cui uno superiore fratturato.

2013, con gli occhialoni neri al processo Ruby. Anche l’immagine del leader di Forza Italia nascosto dietro un paio di occhialoni neri al processo contro di lui per il bunga-bunga, fa il giro del mondo. Problemi di vista a seguito di una uveite a entrambi gli occhi.