berlusconi

Olgettine, Berlusconi ai pm “La Rigato voleva un milione per tacere”

berlusconi

MILANO – Silvio Berlusconi, interrogato per due ore e mezza in procura a Milano come parte offesa nell’inchiesta sulle presunte estorsioni subite dalle cosiddette “olgettine”, ha dichiarato che Giovanna Rigato gli chiese un milione in cambio del silenzio sulle serate di Arcore.

Nei mesi scorsi era stato lo stesso Berlusconi a presentare un esposto in Procura per denunciare le pressanti richieste economiche che avrebbe subìto da alcune ospiti alle cene di Arcore. Tra i nomi fatti da Silvio Berlusconi c’era proprio quello di Giovanna Rigato. La deposizione di Silvio Berlusconi si è tenuta in una stanza al quarto piano del Tribunale ed è durata due ore e mezza. Nell’anticamera era presente anche Alberto Zangrillo, il medico personale di Berlusconi.

La deposizione.

Silvio Berlusconi nella sua deposizione, ha confermato di essere stato vittima di un tentativo di estorsione da parte di Giovanna Rigato, giovane che ha partecipato alle serate h**d ad Arcore e che è anche indagata nel procedimento cosiddetto `Ruby ter´, dove l’ex premier è imputato.

Rigato, come avrebbe riferito il leader di Forza Italia, si sarebbe recata ad Arcore nel settembre scorso appositamente per chiedergli un milione di euro, in cambio del silenzio sulle serate ad Arcore e sul Rubygate.

To Top