berlusconi

Renato Mannheimer: “Silvio Berlusconi resta il leader favorito del centrodestra”

Renato Mannheimer: "Silvio Berlusconi resta il leader favorito del centrodestra"

Renato Mannheimer: “Silvio Berlusconi resta il leader favorito del centrodestra” (Foto Ansa)

ROMA- “Diciamo che se ci fosse un leader nuovo sarebbe meglio. Ma, tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, è più facile che riesca a tenere unite le forze del centrodestra l’ex premier”: a dirlo al Quotidiano nazionale è Renato Mannheimer, politologo e sondaggista.

“Vedo più facile per un elettore leghista scegliere Berlusconi, piuttosto che per un azzurro votare Salvini”, sottolinea Mannheimer. Ma se il Carroccio prende un voto in più di Forza Italia? “Non ne sarei così sicuro. A oggi, la differenza tra i due partiti è minima. Si tratta di uno 0,5 per cento, secondo i sondaggi. Cifra irrisoria. E, guardando al futuro, credo che la Lega sia andata molto bene negli ultimi anni, ma oggi gli azzurri abbiano più margini di crescita”.

Il centrodestra sarà competitivo, spiega Mannheimer, “se correrà unito. Da un punto di vista elettorale una lista unica o anche un’alleanza tra liste separate è assolutamente conveniente. Anche perché all’elettore di centrodestra interessa vincere, più che le differenze programmatiche”.

“Credo che Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia assieme – continua Mannheimer – possano arrivare al 40 per cento. Ma anche il centrosinistra, se si aggregasse, potrebbe essere di poco sotto. Attorno al 28-29 per cento il Pd, all’8 per cento l’insieme delle forze di sinistra. Anche se questa unione mi pare pressoché impossibile”.

To Top