Blitz Blog

“Se io ci avrei la possibilità..” Caruso sbaglia il congiuntivo, non paga e Dellai lo cazzia

avre-caruso-sbaglia-congiuntivo

Il servizio andato in onda de Le Iene

ROMA – Da Cronaca Oggi.

Sbaglia anche i congiuntivi l’on. Mario Caruso, non solo non paga la portaborse e è un po’ troppo allusivo con lei.

“Io te lo dico con il cuore in mano, se io ci avrei la possibilità adesso, con tutto il cuore lo farei ‘sto discorso qua”, cioà di pagare la sua assistente parlamentare che lavora gratis.

Un errore abituale nelle classi inferiori ma che non è giustificato sulle labbra di un Parlamentare, roba da collocare Di Maio al rango di Dante Alighieri.

Caruso è al centro di uno scandalo, che ha portato alle dimissioni di Domenico Rossi, sottosegretario alla Difesa e suo collega di Gruppo parlamentare, ‘Democrazia Solidale-Centro Democratico’. Un video della Iena (o forse secondo la Boldrini si dovrebbe dire lo Ieno?) ha scatenato il putiferio. Caruso vorrebbe che il video fosse rimosso. Non è certo però se la ragione dei suoi minacciosi interventi sia la situazione di imbarazzo in cui si è venuto a trovare Caruso o il fatto che, ascoltando il video, si è accorto della umiliante confusione fra congiuntino e condizionale abbastanza incompatibile con la posizione di Deputato della Repubblica italiana, una e indivisibile anche nella lingua, da Nord  a Sud.

Lo scandalo monta e il Gruppo di Democrazia Solidale-Centro Democratico non sembra più tanto solidale. Anzi, in un duro comunicato ufficiale, chiede a Caruso di dare alla ragazza del video quanto dovuto per “le prestazioni lavorative di fatto esercitate dalla signora dopo il termine del contratto di stage a titolo gratuito. Al di là di ogni altra iniziativa che il collega vorrà assumere a riguardo delle insinuazioni che traspaiono dal servizio giornalistico, ciò costituisce in ogni caso un ineludibile elemento di giustizia”. Inoltre, il rapporto di collaborazione stipulato tra il figlio dell’on. Rossi e l’on. Caruso, “magari rispettoso della forma, ma del tutto improponibile sul piano sostanziale” deve essere interrotto.

C’è di più:  Il Gruppo “impegna l’on. Caruso a rendere pubbliche scuse per il linguaggio e per le espressioni usate durante gli spezzoni di intervista, pur rilasciate sotto forte pressione, ma comunque inaccettabili da parte di un deputato della Repubblica”.

Non si capisce se qualcuno dei venti (è un’area un po’ fluttuante, il numero può essere cambiato) Deputati che costituiscono il Gruppo si è accorto dello strafalcione e con linguaggio l’odg intende anche quello. Presidente del Gruppo è il trentino Lorenzo Dellai, politico di spicco nel suo territorio e per anni presidente della Provincia di Trento. Il commento di Dellai è stato severissimo:

“Il nostro Gruppo ha sempre mantenuto un profilo di sobrietà, trasparenza e correttezza, ritenendo che ciò sia uno dei fondamenti della credibilità della politica e delle istituzioni e ciò deve continuare ad essere per tutti i suoi componenti” (clicca qui per vedere il servizio de Le Iene). 

 

To Top