Blitz Blog

Legge elettorale. Il maggioritario britannico in azione: il 2,4% di vantaggio di May su Corbyn vale 57 seggi in più (11%)

Legge elettorale. Il maggioritario britannico in azione: il 2,4% di vantaggio di May su Corbyn vale 57 seggi in più (11%)

Legge elettorale. Il maggioritario britannico in azione: il 2,4% di vantaggio di May su Corbyn vale 57 seggi in più (11%)

ROMA – La palestra di una scuola di Sunderland nel nord dell’Inghilterra  – stiamo seguendo la maratona del voto britannico su La 7 – con gli scrutinatori impegnati nello spoglio finale delle schede, i candidati dei diversi partiti che assistono trepidanti sul posto, è la perfetta location del film politico che descrive meglio di ogni analisi la democrazia anglossasone in azione: il sistema maggioritario basato sui collegi uninominali.

Ora che anche il tentativo più o meno riuscito di emulare il sistema proporzionale tedesco è abortito in Italia, non è inutile ricordare come funzionano i collegi uninominali, magari per verificare quello che ci siamo persi.

Prima considerazione sul conferimento dei seggi. Salta all’occhio come una differenza di circa 800mila voti (il 2,4% sul totale dei voti espressi) a vantaggio della leader Tory Theresa May, rispetto al laburista Jeremy Corbyn,  si traduca in uno spread nella ripartizione dei seggi del tutto sproporzionato: 318 seggi alla prima, 261 al secondo, 57 seggi di differenza che in termini percentuali è dell’11%.

Potenza del maggioritario, semplicità del maggioritario, come la spiega Pietro ichino in una sua lezione online. Con l’espressione sintetica “uninominale maggioritario” si indica un sistema elettorale nel quale in ciascun collegio tutti i candidati concorrono per un solo seggio e pertanto può vincere uno solo di essi: quello che raggiunge la maggioranza richiesta (a seconda delle possibili varianti, può essere sufficiente una maggioranza relativa, o può essere necessaria quella assoluta). (blog di Pietro Ichino).

Chi arriva primo prende tutto, per la gioia di chi è affezionato allo slogan “voglio conoscere chi ha vinto la sera stessa del voto”.

To Top