Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE-FOTO Vino blu, l’invenzione dell’azienda spagnola Gik

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MADRID – Eravamo abituati a dividere il vino in bianco, rosso e rosato. Ora dobbiamo abituarci anche all’idea di poter assaporare un vino blu. L’idea viene dall’azienda spagnola Gik che ha voluto spingersi a così tanto, inserendo all’interno dei tradizionali colori del vino anche il blu elettrico. Non si tratta di un cocktail ma di un vino vero e proprio. Il colore non è ottenuto dall’aggiunta di zuccheri e nemmeno dal colore della buccia:Gik che produce vino nella provincia di La Rioja, ha deciso infatti di rivoluzionare una delle bevande più classiche e tradizionali di sempre, miscelando uve bianche e rosse delle regioni basche della Spagna. Alle uve viene mescolata una tintura indaco e delle antocianine, un colorante naturale presente in diversi fiori e frutti.

“Aprite le menti e ignorate tutti i pregiudizi” è lo slogan di Gik. L’idea è di un gruppo di giovani spagnoli che nella vita, oltre ai viticoltori fanno i designer, i programmatori, gli artisti e i musicisti  Il vino blu va gustato freddo ed è perfetto con il sushi, i nachos, la pasta alla carbonara e il salmone affumicato, spiegano quelli di Gik.

Immagine 1 di 3
  • Vino blu, l'invenzione dell'azienda spagnola Gik
Immagine 1 di 3

PER SAPERNE DI PIU'