Blitz quotidiano
powered by aruba

Youtube Auto senza pilota, primo morto: guardava Harry Potter?

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Auto senza pilota, primo morto in Usa: guardava Harry Potter? Si è verificato in Florida il 7 maggio scorso il primo incidente stradale mortale di un’auto a guida autonoma (o auto senza pilota) negli Stati Uniti. La vittima era il conducente di una Tesla S, che aveva inserito il sistema di guida automatica su un’autostrada nei pressi di Williston. Secondo la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), la Tesla si è andata a schiantare contro un tir proveniente dalla direzione opposta, che stava svoltando a sinistra.

Joshua Brown, 40 anni, ex marine dei Navy Seals, stava seduto dietro sulla vettura Tesla (è la cronaca del Daily Mail): il camionista del tir ha dichiarato che stava guardando un film di Harry Potter al momento dell’impatto ma la società costruttrice segnala che è impossibile guardare film sul suo touchscreen. Brown è la prima vittima di un incidente mortale su un’auto senza pilota. Evento che rischia di mandare in fumo miliardi di dollari di investimenti per non parlare della severità della NHTSA che ha il potere di comminare multe pazzesche e far ritirare dal mercato tutti i veicoli.

Tesla ha spiegato sul suo sito che né il conducente né il sistema di guida autonoma hanno visto il lato bianco del tir, che si trovava perpendicolare all’auto, contro un cielo particolarmente luminoso. “La particolare altezza del rimorchio – ha scritto l’azienda – combinata con la sua posizione attraverso la strada e le circostanze estremamente rare dell’impatto, hanno fatto sì che il modello S passasse sotto il rimorchio”. Tesla sostiene che l’incidente ha portato al primo decesso conosciuto in oltre 130 milioni di miglia percorse con l’autopilota e che l’inchiesta della NHTSA è un’indagine preliminare, per stabilire se il sistema abbia funzionato come ci si aspettava.

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'