Blitz quotidiano
powered by aruba

Sbranata da pit bull figlia di 6 mesi: madre rissa con i giornalisti davanti al tribunale per il processo VIDEO

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LONDRA – Una donna incinta il cui cane, un pit bull, ha dilaniato a morte la figlioletta di sei mesi è in ospedale dopo aver ingaggiato una rissa con i giornalisti davanti al tribunale in cui sarebbe dovuta andare a processo.

Molly-Mae Wotherspoon, spiega il MailOnline, era stata attaccata a morte da un pit bull americano nel 2014. La nonna e la madre della piccola, Claire Riley, hanno ammesso di possedere un esemplare di una razza vietata nel Regno Unito, e per questo sono a processo.

La piccola Molly-Mae, di sei mesi, venne uccisa dal cane di famiglia, chiamato Bruiser, in casa, a Daventry, Northamptonshire, nell’ottobre del 2014.

Sua madre, Claire Riley, di 24 anni, si è presentata in tribunale venerdì 26 agosto per essere giudicata dell’accusa di possedere un cane vietato. Ma davanti al tribunale di Northampton la donna ha ingaggiato una rissa con i giornalisti.

La donna e la madre, Susan Aucott, anche lei imputata per lo stesso reato, sono state accompagnate in tribunale da diversi familiari e amici, che hanno cercato di fare loro scudo anche con un ombrello, ma ad un certo punto la giovane mamma è stata aggredita, ed è stata chiamata un’ambulanza che l’ha portata in ospedale.

Parlando in tribunale, Steven Hadley, l’avvocato che difende Riley, ha spiegato: “Un’ambulanza è stata chiamata e la mia assistita è stata portata in ospedale. Questa mattina, da quel che mi risulta, c’è stata una sorta di alterco tra la signora Riley e alcuni giornalisti, e la mia assistita è stata spinta contro un muro. Si è sentita male ed è caduta a terra. Adesso è ricoverata in ospedale”.

Il processo è stato aggiornato al 15 settembre. E’ la seconda volta che viene rinviato: la prima risale allo scorso luglio, quando venne richiesto un rinvio a causa dello stato di gravidanza della donna.

La piccola Molly-Mae morì per l’emorragia causata dalle ferite alla testa causatele dal cane di famiglia, un pit bull, razza vietata nel Regno Unito dai primi anni Novanta.

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'