Blitz quotidiano
powered by aruba

Cadimare, mare che respira diventa attrazione globale VIDEO

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LA SPEZIA – Il mare respira sotto alla banchina di Cadimare, lo storico borgo dei pirati in provincia di La Spezia. Lo strano fenomeno delle onde che passando sotto la banchina spostano l’aria e fanno alzare i mattoncini rossi, proprio come se il piazzale avesse vita proprio, è diventata un’attrazione globale dopo che lo scorso 5 marzo il video è apparso su YouTube, scatenando la curiosità delle emittenti televisive di tutto il mondo e dei potenziali turisti.

Sondra Coggio su Il Secolo XIX scrive il nuovo capitolo di questa singolare attrazione, che proprio a causa dei social è diventata famosa in tutto il mondo. La piazzetta amata dai pescatori e dai cittadini del borgo ora desta il loro sorriso, mai avrebbero pensato che il Comune potesse raggiungere tanta notorietà in così poco tempo. A mettere il video per primo sui social network è stato Luigi Olivari, che gestisce una rivendita di quotidiani e tabacchi:

“«Solo per scherzo ho messo il video fatto da un amico, Francesco Sommovigo. E ho scritto sotto di respirare, e scandire Cà di mare…E qualche volta ci si allaga anche il paese – lamenta – ma questo non suscita interesse…».

Ride: ma fa capire che qualche magagna, nella manutenzione c’è. Il Comune è quello della Spezia, spesso “distante”. Il piazzale che si solleva, l’ha fatto invero l’Autorità Portuale, ma anni fa: e ora, necessita di qualche ritocco. «A volte escono gli spruzzi, dai cubetti, se c’è mare mosso…». Il problema c’è. E però, quella che era nata come una segnalazione, sia pur curiosa, di un fastidio da risolvere, è diventata un inno alla bellezza di Cadimare. «Tutta colpa dei social…». Colpa oppure merito? La verità è che, pur ribadendo il rischio “che qualcuno ci finisca dentro”, ai cubetti sollevati, i cadamoti ammettono di essere “costretti ad essere comunque orgogliosi”, del fatto che la gente abbia visto solo poesia, in quei brevi fotogrammi”.

A chi sostiene che il video sia un fake o che si tratti di un fenomeno paranormale, Olivari risponde con un sorriso:

“«Qualcuno ha scritto che è un fake – ride Olivari – altri che è un fenomeno paranormale. Macché…Famosi li eravamo già per i pirati, e non solo: ma ora quando c’è Scirocco ci toccherà dare un annuncio, e far venire i pullman dei turisti…»”.

Lorenzo Forcieri, presidente dell’Autorità Portuale, spiega che dietro al respiro di Cadimare si nasconde in realtà un guasto, ma che ora ripararlo non sarà facile, soprattutto perché l’intenzione è quella di mantenere il fenomeno per i turisti:

“«E’ una condotta che s’è rotta, quella che porta fuori acqua, quando c’è mare grosso. E’ un ammortizzatore. Stavamo per riparare tutto, quando il mondo s’è accorto della magia del mare, della sua forza. Ora che facciamo?»”.

Immagine 1 di 4
  • Cadimare, mare che respira diventa attrazione globale VIDEO
Immagine 1 di 4

PER SAPERNE DI PIU'