blitztv

Carri armati troppo grandi, droni difettosi e cacciatorpedinieri rumorosi: Difesa inglese nella bufera

Carri armati troppo grandi, droni difettosi e cacciatorpedinieri rumorosi: Difesa inglese nella bufera

LONDRA – A causa di una serie di errori su carri armati, cacciatorpedinieri e droni da guerra, in Gran Bretagna piovono critiche sul Ministero della Difesa. I carri armati sono troppo grandi per entrare negli aerei e arrivare nelle zone di guerra, mentre le navi possono essere avvertite dai sottomarini russi a 100 miglia di distanza.

Il contrammiraglio Chris Parry afferma che i cacciatorpiedinieri della marina Type 45, che costano 1 miliardo ciascuno, sembrano “una scatola piena di chiavi per dadi” subacquea.

“Sono dannatamente rumorosi” e accusa il ministero della Difesa, di non aver “pensato alla componente anti-sommergibile”. Hanno anche problemi frequenti al motore e, pur essendo progettati per funzionare tra i 50° e -20° C, nei mari caldi si rompono.

Ai sei cacciatorpedinieri stanno installando nuovi generatori a diesel, il che comporterà un foro sulla fiancata delle navi e ci vorranno nove anni circa. I carri armati Ajax dell’esercito, che costano in totale 3,5 miliardi di sterline, non sono adattabili al velivolo di trasporto A400M, dovrebbero essere smontati. Il che significa una gru che rimuova le fiancate, così da ridurre il peso di cinque tonnellate prima del volo.

I droni da guerra 54 Watchkeeper dell’esercito sono stati ordinati 12 anni fa al costo di 1,2 miliardi di sterline ma, a causa di problemi tecnici ancora non sono entrati in piena attività. E sono state sollevate preoccupazioni anche riguardo l’efficienza di nove aerei P-8 Poseidon, nuovi di cui il Ministero della Difesa sta valutando l’acquisto dagli Stati Uniti per 2,6 miliardi di sterline.

La Marina ha proposto, inoltre, 13 nuove fregate Type 26, ma sono scese a 8 dopo che i capi della Marina hanno aumentato i costi, proponendo un elicottero Chinook che dovrebbe essere in grado di atterrare sul ponte.

Parry, ex direttore della capacità operativa del Ministero della Difesa, afferma che la Marina con l’acquisizione dei cacciatorpedinieri Type 45 ha commesso un grave errore: sono vulnerabili ai nuovi sottomarini diesel elettrici classe Kilo della Russia, chiamati “Black Hole” (buco nero) per il loro silenzio.
“Abbiamo cercato di diminuire il rumore ma è pazzesco: la sua assenza, dalla fine della Guerra fredda, è probabilmente il più grande sporco segreto che è stato disinvoltamente ignorato”.

Un portavoce del Ministero della Difesa non ha direttamente commentato gli errori ma ha affermato: “Il bilancio della Difesa della Gran Bretagna è il maggiore d’Europa e cresce ogni anno, stiamo investendo 178 miliardi di sterline affinché il Regno Unito si rafforzi a livello mondiale”.

To Top