Blitz quotidiano
powered by aruba

Cicciolina piange e bacia la salma di Pannella: “Immortale”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – “Marco era un istrione, un immortale e certamente i nostri politici avrebbero potuto fare qualcosa di più per lui. Noi due siamo stati dei trasgressivi”. Così Ilona Staller (in arte Cicciolina), ricorda Marco Pannella nella camera ardente a Montecitorio. La celebre pornostar ungherese è arrivata nella sala Aldo Moro con il figlio e la sua fidanzata, portando una rosa rossa per dare un ultimo saluto all’uomo che la portò in Parlamento. Ha dato un bacio al viso di Pannella e poi si è trattenuta, visibilmente scossa, nella sala antistante.

“Secondo me ora ci sta guardando divertito e sta dicendo ‘vedi che vi ho fregato”, prosegue Staller ricordando quando insieme a Pannella andò in Ungheria mentre gli ultimi carri armati russi lasciarono il Paese.

“Sulla mia candidatura – sottolinea – decise lui anche perché non tutti, nei Radicali, erano d’accordo. Ma poi mi votarono in 20mila”. Cicciolina ricorda anche un altro episodio in cui fu salvata dal leader dei Radicali: “Ero a Bruxelles in una grande discoteca e non sapevo che in Belgio non fosse permesso far vedere il pube. Allora la polizia mi portò via di forza lasciandomi una notte in cella. Pannella venne a Bruxelles e, anche perché conosceva il francese a differenza mia, alla fine chiarì l’episodio e mi permise di andar via”.


PER SAPERNE DI PIU'