blitztv

Elena Ceste, l’autopsia: sul corpo nessun segno di violenza. Fiori per lei VIDEO

Elena Ceste, l'autopsia: sul corpo nessun segno di violenza

Elena Ceste, l’autopsia: sul corpo nessun segno di violenza

ASTI – “Nessun segno evidente di violenza”: sul corpo di Elena Ceste, secondo i primi risultati non ancora ufficiali dell’autopsia non ci sono “tracce evidenti di ferite o di traumi in qualche modo collegati alla sua morte”.

Venerdì i carabinieri del Ris si sono presentati nella casa di Michele Buoniconti, il marito indagato per omicidio e occultamento di cadavere.  Un “atto dovuto”, per la Procura di Asti. Era stato proprio l’uomo a denunciare la scomparsa della moglie. “Mi aveva detto che non si sentiva bene e mi aveva chiesto che andassi a prendere i ragazzi a scuola”.

Una versione ribadita anche quando sono iniziate ad emergere dicerie e supposizioni su presunti amanti della donna e sulla sua gelosia. “C’è bisogno di più silenzio per non aumentare lo stress psicologico”, è l’appello di don Roberto Zappino, il parroco e amico della famiglia di Elena Ceste. “Tutto ciò che si dice – osserva – può essere sbagliato”. La donna è stata ricordata anche nella chiesa della frazione di Santa Margherita, dove andava a Messa. “Abbiamo vissuto nove mesi nella speranza che tutto potesse risolversi – ha detto don Bruno Valente – ora viviamo una tristezza infinita”.

Fiori e messaggio degli amici sul luogo del ritrovamento di Elena Ceste

 

To Top