Blitz quotidiano
powered by aruba

Graziano Pellè, quando i rigori col cucchiaio li faceva davvero VIDEO

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Che non sia stata una bella idea e soprattutto un bel calcio di rigore ormai è cosa nota. Eppure prima di “mimarlo” contro Neuer, Graziano Pellè aveva già calciato tre rigori con il cucchiaio. Andando peraltro a segno in tutti e tre i casi. Dopo aver disputato un ottimo Europeo, Graziano Pellè, sabato sera, ha avuto sui piedi il pallone che avrebbe potuto permettere agli Azzurri di portarsi in vantaggio per 3-1 nella serie dei calci di rigori, ma ha calciato in malo modo sul fondo.

Un errore che, dopo 120 minuti di sportellate e fatica, ci può stare, eccome. Tuttavia, ciò che in molti non hanno perdonato all’attaccante salentino del Southampton è stato l’atteggiamento che ha preceduto l’esecuzione del tiro dagli undici metri: quell’aver voluto mimare il cucchiaio, provando a distrarre Manuel Neuer. Un gesto irriverente, per molti, da spaccone per tanti altri.

“Volevo ingannare il portiere della Germania: vedevo che saltellava e si muoveva prima di ogni esecuzione e che quando si tuffava negli angoli sembrava sempre volare. Mimando lo scavetto ho tentato di tenerlo fermo”, ha detto l’attaccante salentino scusandosi per l’errore. Ma quel gesto, però, diventato immediatamente virale sui social network, lo accompagnerà a lungo.

In pochi però sanno che Graziano Pellè di calci di rigore a cucchiaio ne aveva già tirati e segnati ben tre in carriera. Ce li ricorda il sito Goal.com:

Il primo è datato 24 giugno 2005: l’Italia Under 20 di un non ancora ventenne Pellè partecipa al Mondiale di categoria in Marocco. Ai quarti di finale, gli Azzurri si ritrovano di fronte proprio i padroni di casa e, anche grazie a un goal di Pellè nei tempi supplementari, arrivano ai calci di rigore. Dopo gli errori di Galloppa e Agnelli, Pellè opta comunque per il cucchiaio e trova un goal straordinario. Tuttavia, in semifinale ci andrà il Marocco.

Tutt’altro esito avrà invece il rigore calciato due anni dopo: il 21 giugno del 2007, Italia e Portogallo si sfidano nello spareggio post-Europei di categoria che vale un posto alle Olimpiadi di Pechino. Dopo lo 0-0 maturato sul campo, si va ai calci di rigore e Pellè, con un morbido cucchiaio contribuisce al trionfo che vale alla nostra Nazionale la partecipazione ai giochi Olimpici.

Ma anche in Olanda, Pellè, si è tolto la soddisfazione di andare a segno con un morbido cucchiaio. Ottavi di finale della Coppa d’Olanda 2013, il Feyenoord sfida l’Heerenveen agli ottavi di finale e, anche in quel caso, Pellè mette a segno uno splendido cucchiaio decisivo ai fini del passaggio del turno.