Blitz quotidiano
powered by aruba

Jeremy Mardis ucciso a 6 anni dalla polizia. Agenti: “Autodifesa” VIDEO

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MARKSVILLE – Un bambino di appena 6 anni è stato ucciso dalla polizia durante una sparatoria a Marksville, una città della Louisiana negli Stati Uniti. Gli agenti sono stati incriminati e in tribunale hanno dichiarato di aver aperto il fuoco per “autodifesa”. Agli atti del processo però è stato annesso anche un video, girato dalle telecamere degli agenti, in cui si vedono i due poliziotti avvicinarsi alla vettura su cui si trovavano il piccolo Jeremy Mardis e il padre Christopher Few e aprire il fuoco. Il bimbo è morto e il padre è rimasto ferito.

Il piccolo Jeremy e il padre Christopher si trovavano a bordo di un’auto per le strade di Marksville, quando per una irregolarità nasce un inseguimento tra l’auto guidata dall’uomo e una volante della polizia. Nel video che è stato pubblicato anche su YouTube si vedono gli agenti avvicinarsi all’auto e aprire il fuoco. Un filmato della durata di 14 minuti in cui si vede il padre del bimbo che giace ferito e sanguinante sul marciapiede.

Gli agenti di polizia hanno dichiarato di aver aperto il fuoco per “autodifesa” dopo aver chiesto al papà di Jeremy, che era al volante della vettura inseguita, di alzare le mani. Quando gli agenti hanno visto l’uomo fermo e con le mani abbassate, hanno iniziato a sparare sull’auto, dove si trovava anche il bambino. Dal video però non è possibile stabilire se l’umoo avesse o meno alzato le mani, ma per il giudice la situazione non era di pericolo e l’auto non rappresentava una minaccia, quindi gli agenti non erano legittimati a sparare.


TAG: , ,

PER SAPERNE DI PIU'