Blitz quotidiano
powered by aruba

Migranti, affonda barcone Libia, 600 a bordo: ci sono morti

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

TRIPOLI – Nuovo naufragio nel Mediterraneo, al largo delle coste della Libia: un barcone con seicento persone a bordo è affondato mercoledì mattina. Nella zona sono intervenute la nave Bettica e la nave Bergamini della Marina Militare, che hanno lanciato zattere di salvataggio e giubbotti salvagente. Circa 500 migranti sono stati salvati. Alcuni, però, non ce l’hanno fatta: sono state recuperate le salme di sette persone. Le ricerche di altri eventuali dispersi sono ancora in corso.

Il barcone, che faticava a galleggiare per il sovraffollamento, era stato avvistato da nave Bettica nel corso dell’attività di sorveglianza nel canale di Sicilia. Poco dopo, però, si è capovolto e centinaia di migranti sono finiti in mare. Immediatamente sono scattate le operazioni di soccorso mentre nave Bergamini, che si trovava a poca distanza, ha inviato un elicottero e mezzi di soccorso navali.

I viaggi dalla Libia verso l’Italia si stanno facendo più frequenti grazie al bel tempo. Nelle ultime quarantotto ore cinquemila persone sono state salvate al largo della costa africana: duemila lunedì e tremila martedì, in ventitré operazioni di soccorso coordinate dalla centrale operativa della Guardia Costiera.

Nella zona delle operazioni sono intervenute diverse navi della Guardia Costiera, di Eunavformed, della ong Sos Mediterranee oltre ad un mercantile e due rimorchiatori in servizio alle piattaforme libiche. Diversi migranti sono poi stati trasferiti sulle navi di Frontex “L’elevato numero di operazioni di soccorso negli ultimi due giorni, con 5.600 migranti salvati – sottolinea la Guardia Costiera – ha comportato l’impiego di tutti gli assetti navali disponibili in area”.

Immagine 1 di 2
  • Migranti, affonda barcone Libia, 600 a bordo: ci sono morti 3
Immagine 1 di 2

 


PER SAPERNE DI PIU'