Blitz quotidiano
powered by aruba

Migranti, naufragio a Creta. Libia, 117 corpi in spiaggia

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ATENE – Nuovo naufragio di migranti a sud dell’isola di Creta. Un’imbarcazione con a bordo 340 profughi è stata salvata dalla guardia costiera greca. Nove i cadaveri recuperati, ma si teme che i morti siano molto di più, dal momento che sulla barcone affondato a 75 miglia a sud del porto cretese di Kalo Limen  secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni viaggiavano circa 700 migranti. La maggior parte dei superstiti è stata portata in Italia, altri sono stati trasferiti in Egitto, Turchia e Malta.

L’allarme è stato raccolto inizialmente dalla Guardia Costiera italiana, quindi da quella greca. E’ stato un mercantile italiano ad avvistare l’imbarcazione a sud di Creta alle 17:15 di giovedì. La nave ha riferito dell’avvistamento di un battello con numerosi migranti a bordo in prossimità del limite delle aree di Ricerca e soccorso marittimo egiziane e greche. Alle ore 7:20 di venerdì una delle unità mercantili presente nell’area del barcone ha segnalato che questo si era capovolto.

Ma non è questo l’unico triste aggiornamento sul fronte immigrazione. Sulle spiagge della Libia occidentale, infatti, sono stati trovati i corpi di 117 migranti annegati, tra cui quelli di 70 donne e cinque bambini, tutti provenienti dall’Africa subsahariana, ha spiegato Mohamed Misrati, portavoce della Mezzaluna rossa libica, che ha raccontato:

“I corpi hanno cominciato ad emergere a Zuara, nell’ovest della Libia vicino alla frontiera con la Tunisia, dalle nove del mattino di giovedì. Le operazioni di recupero dei corpi è proseguita fino alle 23 e la Mezzaluna rossa ha ripreso venerdì mattina”.

Un sito specializzato in migrazioni, “Migrant Report”, sostiene che i cadaveri recuperati sulla costa occidentale della Libia siano quelli di vittime di naufragi avvenuti “all’interno di acque libiche” la “settimana scorsa. Non è chiaro dove siano affogati” i migranti recuperati su un tratto di costa lungo circa 25 chilometri, avverte Migrant Report segnalando però che i “cadaveri presentano segni di decomposizione avanzata”. Il sito riferisce inoltre che la Guardia costiera di Zuara, “la settimana scorsa, aveva intercettato più di 450 migranti in quattro imbarcazioni tra mercoledì e giovedì. Stando ai sopravvissuti di due dei gommoni che si erano sgonfiati, erano annegate più di 100 persone”.

(Foto Ansa)

Immagine 1 di 7
  • Migranti, naufragio a Creta. Libia, 117 corpi in spiaggia 8
Immagine 1 di 7

PER SAPERNE DI PIU'