Blitz quotidiano
powered by aruba

Mustache, birra con acqua di mare. Il prezzo lo fa la marea

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MADRID – Si chiama Mustache ed è una nuova birra prodotta con l’acqua di mare. Scura, artigianale, salata: ma si badi, l’acqua di mare è stata appositamente filtrata e purificata per non risultare imbevibile. E se non basta a catturare la vostra attenzione, c’è il prezzo ad invogliarvi: lo decide l’alta marea. Ma non ha nulla a che vedere con il reale costo di produzione della birra: è solo una trovata pubblicitaria. Perciò, se decidete di provarla, assicuratevi che sia prima salito il livello del mare.

La Mustache è prodotta in Galizia, nella zona delle Rìas Baixas, nota in tutto il mondo per i suoi frutti di mare. Il suo inventore Oscar Cascallana ha spiegato al quotidiano El Mundo: “E’ un omaggio ai marinai. Secoli fa, nei borghi di pescatori si accompagnava la birra con le ostriche. Il miscuglio si combina bene, per il dolce della birra e la salinità dell’ostrica”. Di qui l’idea di imbottigliare quel mix in un’unica bevanda.

Al momento è ancora un’edizione limitata, ma la esportano già nella Repubblica Dominicana. Richieste sono giunte persino dall’Olanda, patria dei frati trappisti che di birre se ne intendono eccome. E pure dagli Usa e dalla Svezia.

Per quanto riguarda il prezzo, come si è detto, lo decide il mare. Un’apposita pagina web elpreciolodictaelmar.com segnala in tempo reale l’andamento delle maree in Galizia. I dati li fornisce l’Istituto Hidrogràfico de la Marina. Quando la marea sale, il prezzo della birra scende e viceversa.

 


PER SAPERNE DI PIU'