blitztv

YOUTUBE Amatrice, 249 rintocchi di campana e fiaccolata notturna ad un anno dal terremoto

AMATRICE (RIETI)- Con una fiaccolata culminata con 249 rintocchi di campana, il numero delle vittime di Amatrice e Accumuli, sono iniziate questa notte le celebrazioni ad un anno esatto dal sisma che ha devastato una buona parte dell’Italia centrale il 24 agosto del 2016.

Preceduta da una lettura delle biografie delle vittime, colma di commozione, la fiaccolata ha costeggiato la zona rossa di Amatrice, muovendo da piazza Sagnotti al parco don Minozzi. Qui sono stati suonati i 249 rintocchi e si è tenuta una veglia di preghiera celebrata dal vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, con i familiari delle vittime. Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha quindi scoperto un monumento eretto al parco don Minozzi in ricordo dei morti.

All’anniversario del sisma che il 24 agosto dello scorso anno sconvolse Amatrice erano presenti diverse personalità tra cui l’ex capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, il premier gentiloni, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il sindaco di Roma Virginia Raggi.

I familiari delle vittime si sono ritrovati all’1,30 di notte in una tenda allestita al campo sportivo dove hanno ricordato i nomi di ognuna delle 249 vittime del terremoto. Alle 2:30 circa è partita la fiaccolata. Alle 3:30 ci sono stati i rintocchi della campana, uno per ogni vittima, fino alle 3:36, il momento del silenzio e del ricordo.

La veglia, dopo un momento di preghiera, è terminata intorno alle 4:30. Oggi, giovedì 24 agosto, ad Amatrice è una giornata di lutto cittadino e alle 11, sempre nella tenda allestita nel campo sportivo, c’è stata la celebrazione eucaristica officiata dal vescovo di Rieti. Su YouTube il video della fiaccolata, pubblicato dall’Agenzia Vista di Alexander Jakhanagiev.

To Top