blitztv

Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra…

  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...5
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...6
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...4
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...3
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...5
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...6
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...4
  • Pussy Slap: nuova tendenza idiota del web VIDEO Due amiche si fanno la guerra...3

SYDNEY – Si chiama pussy slap, è la nuova tendenza idiota del web e viene dall’Australia. In cosa consiste? Nel colpire una vagina, la più facile che sia a tiro della propria mano. Naturalmente, non saremmo nessuno se in quest’epoca non filmassimo questa “impresa”, perciò il gioco consiste nel realizzare un video e postarlo su tutti i social network possibili, che siano Facebook, Instagram, Twitter o la più classica piattaforma YouTube.

Le due “campionesse” indiscusse di questa nuova pratica che sta spopolando nel 2017 sono due amiche australiane, Jadey e Belle. Le due si sfidano a colpi di pussy slap, anche se bisogna ammettere che si sono “evolute” fino a creare una vera e propria guerra di scherzi. Quindi hanno ampliato il tiro e ora per esempio si abbassano reciprocamente i pantaloncini per far rimanere l’altra in tanga. O usano a mo’ di elastico il laccetto del reggiseno così da provocare dolore. Il campionario degli scherzi comprende anche la bibita versata in testa, la torta in faccia e ogni altro divertimento il loro cervello riesca a concepire (e la loro mano a registrare).

Il risultato è una pagina Facebook, Eighty83Three, cui ha fatto seguito una pagina YouTube con il medesimo nome. E le loro imprese si sono viralizzate a tal punto da essersi guadagnate un posto sulle pagine dei tabloid.

To Top