Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Sigaretta elettronica esplode, perde un occhio

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LONDRA – Dopo l’esplosione della sigaretta elettronica che stava fumando, il volto di Joseph Cavin è segnato dalle cicatrici. Il 67enne ora indossa una benda nera a causa dell’operazione chirurgica che ha dovuto subire per rimuovere l’occhio sinistro e mettere una protesi.

Quando è accaduto l’incidente, Cavin era seduto davanti al computer e fumava: “Mentre stavo per prendere una penna, “Bam!” la sigaretta è scoppiata”. A causa dell’esplosione diverse schegge sono arrivate fino al soffitto e hanno provocato gravi danni. Altri frammenti della sigaretta elettronica sono volati, fratturando al povero Cavin alcune ossa facciali.

La moglie ha spento prontamente l’incendio e lo ha portato immediatamente in ospedale.

“Quanto è accaduto sta diventando comune e ora è un problema nazionale” ha affermato il legale di Cavin, Greg Bentley. Bentley ha raccontato che il suo studio legale sta portando avanti altri 60 casi d’esplosione di sigarette elettroniche che hanno provocato delle ferite.

La società ha ora assunto due esperti per testare le batterie e i caricatori coinvolti, che, afferma l’avvocato, erano prodotti in Cina e non a norma.

“Sono prodotti di bassa qualità lavorati in ambienti sporchi, alcune particelle entrano nella batteria e la rendono più suscettibile al surriscaldamento che, di conseguenza, le fa esplodere”.

La scorsa settimana la FDA ha rilasciato nuove regole: non ci sarà più differenza fra il tabacco normale e le e-cigarettes, che saranno entrambi vietate ai minori. Bentley è soddisfatto della decisione della FDA, ma si dice dubbioso “queste norme purtroppo non saranno utili a prevenire il problema l’esplosione delle batterie”.  L’avvocato ha intenzione di sporgere querela nei confronti delle persone coinvolte, tra cui il negozio Vapor Loft di Irvine, dove l’uomo ha acquistato le batterie.