Blitz quotidiano
powered by aruba

Siria, 3 fratellini rappano per promuovere istruzione VIDEO

Tre fratellini che condividono la passione per la musica, in modo particolare per il rap. Sono siriani e sono scappati in Libano per fuggire dal conflitto.

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

DAMASCO – Samir, Abdul Rehman e Mohamed sono tre fratellini che condividono la passione per la musica, in modo particolare per il rap. Sono siriani, ma insieme alla famiglia sono scappati in Libano per fuggire dal conflitto e sono diventati testimonial della campagna #UpForSchool che promuove l’istruzione tra i piccoli rifiugiati.

Il video con i tre fratelli è un chiaro invito alla comunità internazionale a sostenere le speranze dei giovani talenti siriani e garantire al milione di bambini scappati dalla guerra un’istruzione primaria. Sul sito dell’associazione è stata aperta una raccolta di firme che verrà consegnata alla conferenza sulla Siria che si terrà a febbraio a Londra.

In Libano vivono  un milione e 200mila rifugiati siriani (su un totale di poco meno di 4,5 milioni di abitanti) in fuga dal conflitto civile in corso in Siria da più di quattro anni e che vivono in pianta stabile nel Paese. Secondo le Nazioni Unite si tratta di “un record disastroso”.

Ora, a causa delle continue infiltrazioni dell’Isis, il governo libanese ha cominciato ad imporre restrizioni all’afflusso di migranti richiedenti asilo, in fuga dalla guerra in Siria. Ogni persona che voglia entrare nel Paese dei cedri avrà bisogno di indicare un obiettivo chiaro per la sua “visita” e, se approvato, il visto sarà rilasciato, ma solo per una durata limitata. I siriani che chiedono di entrare per poter lavorare dovranno dimostrare avere come referenti un cittadino o una società libanese, in grado di garantire loro un’occupazione.

 

Immagine 1 di 3
  • Siria, 3 fratellini rappano per promuovere istruzione2
Immagine 1 di 3

TAG: ,