blitztv

Spagna-Turchia, VIDEO: Alvaro Morata palo clamoroso

Spagna-Turchia, VIDEO: Alvaro Morata palo clamoroso

Spagna-Turchia, VIDEO: Alvaro Morata palo clamoroso

SAINT-ETIENNE – Spagna-Turchia, VIDEO: Alvaro Morata palo clamoroso. VIDEO – Il primo acuto è della Spagna. La conclusione a botta sicura di Alvaro Morata viene respinta dal palo.

Formazioni ufficiali di Spagna-Turchia. SPAGNA (4-3-3): De Gea; Juanfran, Sergio Ramos, Piquè, Jordi Alba; Busquets, Fabregas, Andres Iniesta; David Silva, Morata, Nolito. Ct: Del Bosque.

TURCHIA (4-2-3-1): Babacan; Gonul, Hakan Balta, Topal, Erkin; Inan, Tufan; Ozyakup, Arda Turan, Hakan Calhanoglu; Burak Yilmaz. Ct: Terim.

Arbitro: Mazic (Serbia). Guardalinee: Ristic-Djurdjevic(Serbia). Arbitri di porta: Grujic-Djokic (Serbia). Quarto uomo: Kulbakov (Bielorussia). Quote Snai: (1) 1,42 – (X) 4,25 – (2) 9,00.

Per la Turchia, la qualificazione agli ottavi di Euro 2016 è appesa a un filo che, in teoria, stasera potrebbe spezzarsi. Soprattutto se la Spagna rispetterà il pronostico, aggiudicandosi il confronto contro la squadra allenata da Fatih Terim.

L’Imperatore, nell’antivigilia del match, ha elogiato Andres Iniesta, definendolo “il centrocampista più forte del Mondo”. “Anche se – ha aggiunto l’ex allenatore di Fiorentina e Milan – Messi è il più grande di tutti”.

La Spagna è favorita, anche per il successo finale del torneo, e Terim lo sottolinea: “Tutta la gente, i media, i miei giocatori e io, siamo d’accordo nell’affermare che (gli spagnoli) sono i favoriti. Fuori dal campo parlano in tanti, ma l’ultima parola spetta solo ai giocatori, in campo”.

Presa per mano da Iniesta, la Spagna chiede strada alla Turchia per proseguire il cammino vincente all’Europeo, con l’ambizione di trionfare per la terza volta consecutiva.

Una vittoria a Nizza contro la squadra di Fatih Terim, che considera il giocatore del Barcellona “il centrocampista più forte del mondo” e gli iberici i favoriti del torneo, è necessaria per evitare sorprese dall’ultimo match con la Croazia.

Vicente del Bosque però non vuole correre rischi e predica umiltà, contro una “rivale difficile, e fatta di gente che gioca senza complessi e a cui piace osare”.

“Bisogna procedere con cautela, perché qui ci sono rivali forti, con le loro necessità – ha detto il tecnico spagnolo, particolarmente flemmatico, alla vigilia dell’incontro -. Quindi rimaniamo con i piedi per terra senza pensare troppo al risultato. Ci vuole la maggiore umiltà possibile, fare i prepotenti non porta da nessuna parte. Guardatemi in faccia, vi sembro così euforico?”.

Interrogato su un possibile turn over, il selezionatore ha spiegato che valuterà all’ultimo ma “l’importante è che i miei 23 stiano tutti bene. Ho tanta fiducia in ognuno di loro e penso che qualsiasi cambio si renda necessario, non diminuirà il valore della mia squadra”.

Del Bosque non sembra poi avere la smania di conquistare a tutti i costi il primo posto nel girone, che in teoria garantirebbe un cammino più facile nella fase ad eliminazione diretta.

“Sono scettico – ha risposto il ct spagnolo -, nessuno sa dire cosa sia più facile dopo la fase a gironi. Però tenteremo comunque di arrivare primi nel nostro gruppo”. Foto Ansa.


To Top