blitztv

Turchia, arrestati aspiranti kamikaze Isis: “Volevano colpire G*y Pride”

Turchia, arrestati aspiranti kamikaze Isis: "Volevano colpire G*y Pride"

Turchia, arrestati aspiranti kamikaze Isis: “Volevano colpire G*y Pride”

ISTANBUL – Tre uomini sospettati di essere aspiranti kamikaze legati al cosiddetto Isis sono stati arrestati in Turchia. I tre avevano con sé giubbotti esplosivi e sono accusati di aver pianificato un attentato allIstanbul G*y Pride.

Gli arresti sono avvenuti ad Istanbul, nei quartieri periferici di Basaksehir, sulla sponda europea della città, e Pendik, nella parte asiatica. I fermi sono avvenuti sabato, ma la notizia è trapelata solo adesso.

Secondo l’antiterrorismo turca, i tre uomini finiti in manette stavano preparando “un’azione sensazionale” da compiere a Istanbul. Tra loro ci sono due ceceni arrivati in Turchia dalla Siria e un cittadino turco, che avrebbe tenuto i contatti con Raqqa, la roccaforte dello Stato islamico in Siria. Oltre ai giubbotti esplosivi, nei loro rifugi sono stati trovati armi, munizioni e documenti riconducibili al Califfato.

San raffaele

Le autorità turche hanno vietato lo svolgimento della marcia del G*y Pride a Istanbul. La decisione è stata presa dal governatore locale per motivi di “sicurezza” e di “salvaguardia dell’ordine pubblico”.

Nei giorni scorsi, alcuni gruppi nazionalisti avevano minacciato azioni contro il corteo se non fosse stato vietato. Lo scorso anno il G*y Pride di Istanbul, giunto alla quattordicesima edizione, era stato disperso con la forza dalla polizia dopo un divieto comunicato a poche ore dall’inizio.

To Top