Blitz quotidiano
powered by aruba

Turista si perde nella giungla in Malesia, sopravvive mangiando erbe

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Si era avventurato da solo nel Mulu National Park di Sarawak, nel Borneo, in Malesia, ma si era perso nella giungla senza riuscire più a mettersi in contato con nessuno. È la terribile avventura di cui è stato protagonista un turista australiano, Andrew Gaskell, ritrovato vivo dopo due settimane in una zona chiamata “Hidden Valley”, un profondo burrone a circa cinque chilometri dal campo base.

Ai soccorritori malesi, racconta il Daily Mail, l’uomo ha detto che era sopravvissuto bevendo acqua degli stagni e mangiando erbe selvatiche che trovava nella giungla. Le ricerche erano partite il 18 ottobre scorso quando la famiglia ne ha denunciato la scomparsa perché non riusciva più a rintracciarlo. Il 25enne infatti contrariamente alle regole del parco che impongono ai visitatori di prendere una guida, si era avventurato da solo in un zona dove non c’è neanche copertura telefonica.

Per trovarlo sono state mobilitate diverse squadre di soccorritori che alla fine sono riuscite a trovarlo. Al momento del ritrovamento il ragazzo era emaciato e coperto di sanguisughe ma generalmente stava bene.

Immagine 1 di 4
  • Turista si perde nella giungla in Malesia, sopravvive mangiando erbe 04
Immagine 1 di 4


PER SAPERNE DI PIU'