Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO Calcione all’arbitro da dietro ad Arezzo

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

AREZZO – Durante il match tra Castel San Niccolò e Fortis Arezzo valida per la Terza Divisione toscana,  il numero 11 dei padroni di casa viene espulso dall’arbitro. Il giovane calciatore non ci sta e rifila un calcione da dietro all’arbitro.

Il fischietto, in seguito al violento colpo ricevuto, decide di sospendere anticipatamente la partita, mandando le due squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-4. Nei prossimi giorni arriverà il verdetto che confermerà l’anticipazione della fine del match e che punirà per molto tempo il calciatore che sicuramente sarà squalificato per molto tempo. Il video è stato pubblicato su Facebook.

Nel 2012 a Roma, un giocatore espulso di 35 anni ha picchiato l’arbitro a sangue. Il calciatore è stato ora rinviato a giudizio per lesioni ed è stato squalificato per 5 anni: l’uomo ha sfogato tutta la rabbia che aveva in corpo contro l’arbitro “colpevole” di averlo espulso a dieci minuti dalla fine di un match disastroso. Quando Emanuele Parrini, trentacinquenne romano con la passione per il pallone, ha deciso di trasformare il campo da calcetto in un ring, la sua squadra era sotto di ben quattro gol.

Dopo aver sentito il suono del fischietto, il ragazzo ha perso la testa: ha aggredito con violenza il direttore di gara, prendendolo a testate e spedendolo al pronto soccorso. Ora, lo sportivo rissoso è stato rinviato a giudizio per lesioni ed è anche stato squalificato per cinque anni dal giudice sportivo. La partita, invece, è stata sospesa.

Immagine 1 di 2
  • VIDEO Calcione all'arbitro da dietro, follia in campo2
Immagine 1 di 2