Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO favola Willis, ko con Federer ma felice: suo il pallonetto dell’anno

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LONDRA – Il maestro di tutti contro il maestro di club, un confronto impari, quasi surreale, che si è risolto nella maniera più scontata, inevitabile, con la vittoria di Roger Federer, ma al termine del match tutto il Centrale ha tributato una fragorosa standing-ovation a Marcus Willis.

Un eroe per caso, ‘peone’ della racchetta n.772 del ranking mondiale, che è anche riuscito a strappare sette game all’idolo di ogni tennista. Al di là della sconfitta il 25/enne inglese ha scritto una delle più belle storie recenti del tennis. Solo cinque mesi fa, Willis era ad un passo dal lasciare il professionismo per trasferirsi a Philadelphia, negli Stati Uniti. Un circolo di tennis gli aveva offerto un posto da coach, a tempo pieno, con stipendio garantito a fine mese.

E dopo anni di tentativi frustrati di scalare la classifica mondiale, pareva rassegnato all’evidenza. A fargli cambiare idea era stata la nuova fidanzata, una dentista, che non voleva vederlo partire dall’altra parte dell’Oceano. Una favola romantica che ha Wimbledon si è realizzata: Marcus ha prima inaspettatamente superato le qualificazioni, quindi addirittura il primo turno dei Championships. Meritandosi il match della vita, sul Centrale, contro Federer. Un incontro suggestivo ed emozionante, almeno quanto scontato nel risultato finale (60 63 64, in poco meno di un’ora e mezza).

Eppure all’uscita dal campo, così come durante tutto il match, Willis è stato sostenuto ed applaudito addirittura più di Federer, a testimonianza dell’affetto e della simpatia che la sua storia ha saputo generare. “E’ una grande storia la sua – le parole del campione elvetico -. Un tempo accadevano più stesso, oggi il tennis è diventato più difficile da gestire.

Sapevo che sarebbe stato un match insidioso perché Marcus ha retto bene la pressione, e in campo ha disputato un ottimo incontro. Gli ho fatto i complimenti, spero possa continuare così”. La pioggia ha bruscamente rallentato il programma del mercoledì dei Championships: solo 16 match, dei 76 previsti, hanno schivato il maltempo che non ha frenati la sicura avanzata del grande favorito Novak Djokovic.

Sotto il tetto del Centrale il serbo, no.1 al mondo, timbra la 20/esima vittoria Slam consecutiva, liquidando in tre set il francese Adrian Mannarino, numero 55 del ranking mondiale (64 63 76(5)). Nole allunga così la sua impressionante striscia di imbattibilità: non perde dalla finale di Parigi del 2015 contro Stanislav Wawrinka.

“Non sono riuscito a chiudere quando ho servito per il match ma poi è stato divertente – il commento di Nole -. Quanti Slam penso di vincere ancora? Spero di finire con 24?Solo Dio lo sa. Posso solo continuare ad impegnarmi ed a giocare con passione”.

Tra gli italiani oggi in campo solo Karin Knapp ha completato, e perso, il suo match, battuta con un doppio 6-3 dalla croata Ana Konjuh, numero 103 Wta.

Immagine 1 di 50
  • VIDEO favola Willis, ko con Federer ma felice: suo il pallonetto dell'annoVIDEO favola Willis, ko con Federer ma felice: suo il pallonetto dell'anno
  • Federer
  • Roger Federer nella foto Ansa
  • Djokovic e Federer (LaPresse)
  • Federer, il "SABR" diventa marchio fabbrica
  • Roger Federer
  • Roger Federer
  • Il colpo vincente di Federer
  • Federer (LaPresse)
  • Roger Federer magia, pallonetto con racchetta in mezzo alle gambe
  • Video YouTube: Roger Federer beffato dal giornalista con un tweener
  • Video YouTube: Federer cade a terra ma riesce a rispondere
  • Rolland Garros, tifoso entra in campo per selfie con Federer
  • Manuel Neuer
  • Il bambino che fa il pallonetto a Roger Federer
Immagine 1 di 50