Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO Popeye, da killer di Pablo Escobar e star di YouTube

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Da braccio destro del signore della droga Pablo Escobar, con oltre 300 omicidi all’attivo, a star di YouTube, con 112mila follower. Lui è John Jairo Vasquez Velasquez, alias Popeye, il sicario dei narcotrafficanti della Colombia che si è detto pentito e ha aperto nell’agosto 2015 un canale su YouTube in cui lancia messaggi contro la violenza.

Popeye ha scontato in carcere una condanna a 22 anni di prigione per l’omicidio del candidato alla presidenza della Colombia Luis Carlos Galan, ma le morti a lui imputate sono decisamente superiori. L’ex sicario di Escobar, considerato il suo braccio destro e il suo killer più efferato, avrebbe ucciso almeno 300 persone con le sue mani, ordinato e pianificato oltre 3mila omicidi e compiuto stragi e attentati con auto cariche di esplosivo.

Dopo 22 anni di carcere, Popeye è tornato in libertà a metà 2014 e da allora si dice cambiato. L’ex sicario si è convertito e ora proclama lo stop alla violenza da un canale YouTube col nome utente “POPEYE_Arrepentido”, cioè il pentito. Se il suo scarceramento aveva destato polemiche a Bogotà, dato l’alto numero di violenti ed efferati delitti di cui si è macchiato, la sua crescente popolarità su YouTube, su cui è ormai diventato una star con 112mila follower conquistati in meno di un anno, ha provocato l’indignazione delle famiglie delle sue vittime.

L’uomo però non sembra curarsi delle proteste e dei commenti negativi e continua dal suo canale a dirsi pentito, rinnegando il suo passato di killer spietato dei narcos, e dichiarandosi contro la violenza.

(Frame da YouTube)

Immagine 1 di 4
  • VIDEO Popeye, da killer di Pablo Escobar e star di YouTube
  • VIDEO Popeye, da killer di Pablo Escobar e star di YouTube
Immagine 1 di 4

PER SAPERNE DI PIU'