Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO Russo ubriaco nuota accanto allo squalo senza paura

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MOSCA – Un video amatoriale mostra due russi che nuotano accanto ad uno squalo. Il video pubblicato su LiveLeak, mostra un uomo che nuota accanto all’animale. L’altro intanto riprende la scena e mette in guardia l’amico dal predatore. Quest’ultimo però, non sembra preoccuparsene più di tanto.

Secondo quanto scrivono gli utenti sui social, l’uomo era troppo alticcio per rendersi conto della situazione di pericolo.

In questo caso si finisce a nuotare per caso accanto ad uno squalo. C’è invece chi lo fa volutamente: è il caso di Ocean Ramsey che da quando ha 14 anni nuota alle Hawaii senza bombole, insieme agli squali bianchi. Lo scopo di Ocean Ramsey è di far capire al mondo che non tutti gli squali sono pericolosi. In uno dei filmati pubblicati in rete nel 2013, si vede Ocean che nuotava accanto ad uno squalo senza bombole.  Ocean è in grado di trattenere il respiro per ben 5 minuti. La ragazza, all’Huffington Post ha spiegato che durante questo tipo di immersioni non si sente nervosa ma solo eccitata.

Nel 2012 invece, due ragazzi australiani di nome Richard e Nathan hanno raccontato un incontro ravvicinato con uno squalo bianco avvenuto al largo della costa occidentale dell’Australia.

La telecamera montata sulla testa di uno dei due ha ripreso tutto. I due erano immersi e intenti a pescare accanto alla loro barca a 3,5 km dalla costa di Dunsborough, 250 km a sud di Perth. Ad un certo punto si è avvicinato uno squalo bianco di circa quattro metri. Solo uno dei due, Richard, se ne è accorto: “Nathan aveva la testa fuori dall’acqua e stava per immergersi quando ho sentito qualcosa dietro di me. Mi sono girato e ho visto lo squalo da dietro a un metro da me. A quel punto ho cercato di attirare l’attenzione di Nathan”, ha raccontato Richard.

I due, coscienti del pericolo, hanno nuotato verso la loro barca mentre lo squalo copriva lo stesso tragitto, più volte, andando avanti e indietro. ”E’ stato indescrivibile”, hanno raccontato. Richard e Nathan hanno deciso di usare la fiocina solo quando lo hanno visto avvicinarsi troppo. Ferito, lo squalo si è quindi allontanato: ”Siamo stati fortunati”, hanno commentato.